facebook twitter rss

Sfida docenti-studenti: all’Isc Fracassetti-Capodarco lo sport unisce

FERMO - Come da programma, la gara è stata combattuta e allegra; oltre a far divertire tutti i presenti, ha addirittura suscitato nuovi entusiasmi: alcuni genitori hanno proposto una ulteriore sfida, stavolta vogliono essere loro a vedersela contro i docenti. Al di là dei set e dei punteggi, anche stavolta ha vinto lo spirito di squadra e di comunità
Print Friendly, PDF & Email

di redazione CF

All’Isc Fracassetti-Capodarco è tornata, sabato scorso, la partita di pallavolo Docenti-Studenti. Una sfida nata nel 2014 e che si è svolta per la prima volta nella palestra di Capodarco. I partecipanti all’epoca hanno compiuto un vero e proprio salto nel buio, ripagato però dal grande successo che ne è seguito, confermato anche dalle edizioni successive, una anche nella palestra Coni di Fermo.

Non c’è rivalità fra l’insegnare e l’imparare. Si tratta di una partita in cui o perdono tutti o vincono tutti. L’idea di fondo è quella che l’Istituto Fracassetti-Capodarco mette in pratica un po’ su tutto: l’utilizzo di un linguaggio trasversale che unisca argomenti, materie e persone. Le maglie della partita, a differenza di quelle da gioco vere, sono tutte uguali a simboleggiare che essere da una parte o dall’altra della cattedra non è importante. Quel che conta è la relazione. Sulla maglia, oltre al logo dell’Istituto, è riportata la celebre frase di George Bertrand Shaw: “L’uomo non smette di giocare quando invecchia, ma invecchia perché smette di giocare”. 

All’edizione di quest’anno hanno partecipato le ragazze dell’under 13 della Teen Volley Academy di Rapagnano. Sono state loro a dare il via alle danze, giocando un match prima della partita vera e propria fra docenti e studenti. Presente anche l’amministrazione comunale con l’assessore allo sport Alberto Maria Scarfini, il quale ha dato il via alla partita con la prima battuta. 

 

Gli alunni della secondaria a indirizzo musicale hanno contribuito con l’esibizione di una mini orchestra formata da Aurora Cerolini, Alexia Mecozzi e Martina Hysko e Romeo Santini si è esibito in un esercizio di ginnastica artistica. 

 

Come da programma, la gara è stata combattuta e allegra; oltre a far divertire tutti i presenti, ha addirittura suscitato nuovi entusiasmi: alcuni genitori hanno proposto una ulteriore sfida, stavolta vogliono essere loro a vedersela contro i docenti. Al di là dei set e dei punteggi, anche stavolta ha vinto lo spirito di squadra e di comunità. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti