Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Il 2023 nel Fermano si apre con loro: tutti i volti del soccorso e della sicurezza (Le Foto)

LA NOTTE più lunga dell'anno, che ha accompagnato il Fermano nei saluti al 2022 e nel dare il benvenuto al 2023 è trascorsa senza particolari criticità. Un albero in fiamme in contrada Bore di Tenna. Giovane seminudo sul lungomare di Porto San Giorgio. Sanitari e forze dell'ordine schierati per garantire soccorso in caso di emergenza, e sicurezza tra strade e luoghi di aggregazione

I sanitari del Pronto Soccorso

di Giorgio Fedeli

Il nuovo anno, nel Fermano, parte con loro. Stiamo parlando di tutti coloro che ieri notte hanno prestato “servizio” per garantire soccorso e sicurezza nella nostra provincia. Ecco allora sfilare le pubbliche assistenze, guidate dalla centrale operativa del 118 con ‘terminale offensivo’ i medici e gli infermieri del Pronto soccorso. Il reparto d’ingresso dell’ospedale Murri, si sa, non ha al momento una guida (il direttore Alessandro Valentino si è trasferito a San Marino) ma questo certamente non ha compromesso l’operatività del personale che ieri notte ha coperto le emergenze all’ospedale. E fortunatamente nulla di grave si è registrato nel corso della nottata più lunga dell’anno, quella che ha accompagnato tutti a dare il benvenuto al 2023 che, si spera sia un anno migliore di quello che si è appena concluso. E poi, ovviamente, ci sono loro, i vigili del fuoco di Fermo e le forze dell’ordine, tutti schierati e pronti a intervenire per qualsiasi evenienza.

Partiamo dunque dall’aspetto più importante, quello della sicurezza e del soccorso appunto. Nel corso della nottata non si sono registrati episodi particolarmente gravi nel Fermano. I vigili del fuoco sono stati chiamati a sei interventi, tutti di lieve entità: da un cestino in fiamme a un’auto impantanata. Il più impegnativo? Un albero a fuoco in contrada Bore di Tenna, a Fermo. Le fiamme probabilmente sono divampate a causa di un fuoco d’artificio finito tra le foglie. Ma fortunatamente i vigili del fuoco sono intervenuti con tempestività domando subito l’incendio, prima che si propagasse.

Nessuna emergenza, dicevamo, sul fronte medico-sanitario. Qualche lieve malore in casa ma nulla di più. Apprensione nella notte a Porto San Giorgio dal cui lungomare è partita una segnalazione per un giovane seminudo e riverso a terra. Ma quando alcuni passanti si sono avvicinati per capire come stesse, il ragazzo è scattato in piedi, ha raccolto in fretta e furia i suoi indumenti ed è risalito in auto ingranando la marcia per poi allontanarsi. Dunque allarme rientrato. Nessuna criticità è emersa sul versante delle forze dell’ordine. Tanti i controlli in strada e nei principali luoghi di aggregazione, a partire dalla piazza di Fermo dove si è festeggiato l’arrivo del 2023 nella speranza, condivisa da tutti, sanitari, divise e cittadini in generale, che sia un anno migliore di quello che ci si è appena lasciati alle spalle. Ma, al netto dei debiti scongiuri, resta una certezza fondamentale, anzi meglio dire “vitale”: loro, sanitari, volontari, forze dell’ordine, ci sono stati e continueranno a vigilare sul territorio.

Le forze dell’ordine e il sindaco Paolo Calcinaro in piazza del Popolo

La Croce verde di Fermo

La Croce verde Porto Sant’Elpidio

La Croce Azzurra Porto San Giorgio

Potes Amandola

I vigili del fuoco di Fermo

I sanitari della centrale operativa 118 Piceno Soccorso

Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza in piazza del Popolo

La Croce verde Valdaso

La Guardia di Finanza di Fermo

Le forze dell’ordine in piazza del Popolo

I carabinieri della compagnia di Fermo

La Polizia stradale davanti al comando della sottosezione autostradale

I carabinieri della compagnia di Montegiorgio

La Croce azzurra Sant’Elpidio a Mare

La Volontari Soccorso Monte San Pietrangeli

La Croce gialla Montegranaro

I carabinieri della compagnia di Montegiorgio

La Guardia di Finanza di Fermo

Potes Montegiorgio

Potes Petritoli

Potes Porto San Giorgio

Misericordia Montegiorgio e Potes


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti