Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Droga all’interno o nei paraggi dei bar, in uno anche una dipendente clandestina. Una titolare con hashish in tasca

FERMANO - Le attività sono partite dalla prima serata di venerdì e sono proseguite fino alla notte scorsa. Si sono concretizzate nei servizi anti “malamovida” effettuati soprattutto lungo il litorale, ma anche nel capoluogo. Passati al setaccio diversi pubblici esercizi


di redazione CF

«Assolutamente positivo il risultato raggiunto in termini di prevenzione e irrogazione di sanzioni amministrative per stupefacenti, relativamente ai controlli effettuati dalle forze dell’ordine durante il week end». E’, in estrema sintesi, il bilancio della Polizia di Stato sui controlli effettuati nelle ultime ore.
Le attività sono partite dalla prima serata di venerdì e sono proseguite fino alla notte scorsa. Si sono concretizzate nei servizi anti “malamovida” effettuati soprattutto lungo il litorale, ma anche nel capoluogo.
I controlli hanno viste impegnate diverse pattuglie delle forze dell’ordine, ovvero della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, che si è avvalsa dell’unità cinofila per la ricerca di stupefacenti. Ai servizi ha concorso anche la Polizia Municipale di Porto Sant’Elpidio per le attività di specifica competenze nel territorio comunale. Complessivamente sono state impiegate alcune decine di unità.
All’esito dei servizi sono state identificate più di 120 persone, con una significativa percentuale di soggetti con precedenti di polizia, e 76 autoveicoli controllati. Sono stati sottoposti a controllo 9 esercizi pubblici e segnalate amministrativamente alla Prefettura 7 persone sorprese in possesso di modiche quantità di sostanza stupefacente. Durante i posti di controllo lungo le arterie stradali principali, inoltre, sono state elevate due sanzioni al codice della strada e posta in sequestro amministrativo un’auto.
La parte più rilevante dell’attività ha avuto ad oggetto proprio gli esercizi pubblici. In particolare, in un bar della costa, all’atto del controllo, avvenuto in prima serata e con modalità “a sorpresa”, quindi con estrema repentinità ed efficacia e dopo brevi servizi di osservazione da parte degli uomini della Questura, il cane antidroga della Guardia di Finanza, ha rilevato la presenza di un involucro contenente cocaina per circa un grammo, lasciato cadere da uno degli avventori. La situazione del locale è ora al vaglio del Questore di Fermo, Rosa Romano, in quanto l’esercizio era stato già oggetto di un provvedimento di chiusura ex art. 1oo del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza. Peraltro, numerosi clienti sono risultati gravati da precedenti penali, circostanza che fa ritenere il bar «un pericoloso luogo di ritrovo». Ad aggravarne la posizione, ancora, la circostanza che all’atto del controllo fosse presente una barista straniera non in regola con le norme sul lavoro, e soprattutto con quelle relative al soggiorno sul territorio nazionale, configurandosi una situazione di clandestinità.
A pochi chilometri di distanza, sempre sul litorale, durante il controllo, davanti all’ingresso di un altro bar è stata rinvenuta della sostanza stupefacente (hashish) pari a circa un grammo. Anche in questa circostanza sono stati identificati avventori con precedenti di polizia, ovvero la quasi totalità dei clienti.
Di seguito, in un altro bar poco distante, il cane antidroga della Guardia di Finanza ha scovato una dose di hashish di un grammo occultata addirittura negli abiti della stessa titolare che, vistasi scoperta, consegnava spontaneamente la droga e veniva segnalata amministrativamente alla locale Prefettura per l’art. 75 della legge sugli stupefacenti.
Durante la notte, invece, è stato effettuato un controllo in un night club. Anche in questo caso veniva rinvenuta della sostanza stupefacente tipo hashish per un totale di due grammi, consegnata spontaneamente da una delle intrattenitrici.
Infine, in una zona centrale della città di Fermo, gli agenti hanno proceduto al controllo di quattro giovani seduti su una panchina. Gli stessi, alla richiesta se avessero stupefacente, hanno consegnato sette “spinelli” pronti per l’uso e pertanto i ragazzi verranno sanzionati amministrativamente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti