facebook twitter rss

Fondo a sostegno degli enti del Terzo Settore: Fondazione Carisap apre alle richieste

DOPO l'approvazione del Piano pluriennale è possibile presentare domande per un importo massimo di 2.000 euro. Previsto uno stanziamento complessivo di 340.000 euro nel triennio 2023-2025
Print Friendly, PDF & Email

 

La Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno comunica che, a seguito dell’approvazione del Piano pluriennale 2023-2025 da parte dell’Organo di indirizzo, e del conseguente Documento di attuazione da parte del Consiglio di amministrazione, è possibile presentare richieste di contributo per un importo massimo di euro 2.000 a valere sul “Fondo a sostegno degli Enti del Terzo Settore” (ex contributi minimi).

Tutte le richieste dovranno pervenire, come di consueto, tramite il portale contributi.fondazionecarisap.it.

La Fondazione impiega il “Fondo a sostegno degli Enti del Terzo Settore” a sostegno di interventi di impatto limitato.

 

Mario Tassi

«Il fondospiega il presidente Mario Tassi – mira a sostenere iniziative, in qualsiasi settore di intervento selezionato dalla Fondazione, che interessano l’operatività quotidiana degli enti pubblici e delle organizzazioni del Terzo Settore. Si tratta di uno strumento con il quale la Fondazione intende stare vicino alle tante organizzazioni di Terzo Settore del territorio, alla loro attività e alle loro iniziative che, seppur di impatto limitato, tanto beneficio arrecano alla comunità”.
Con riferimento a tale fondo, il Consiglio di Amministrazione provvederà a deliberare i fondi erogativi con cadenza trimestrale secondo il criterio cronologico rispettando l’assegnazione trimestrale delle risorse, che verranno ripartite dal fondo annuale».

 

Il massimo di contributo concedibile per interventi deliberati a valere sul “Fondo a sostegno degli Enti del Terzo Settore” ammonta ad 2.000 euro.

 

Le richieste di contributo verranno valutate sulla base dei seguenti criteri: affidabilità del soggetto proponente; profilo organizzativo ed esperienziale; rete di partenariato; completezza, chiarezza e coerenza della proposta in relazione agli obiettivi perseguiti; impatto e sostenibilità.

 

A valere sul presente fondo può trovare accoglimento, per ciascun anno, una sola proposta presentata da una stessa organizzazione proponente.

Non possono presentare, di norma, richieste di contributo i proponenti che, avendo beneficiato di erogazioni da parte della Fondazione, non abbiano completato la rendicontazione delle spese sostenute con riferimento a progettualità concluse o in corso deliberate anche su Piani pluriennali precedenti.

 

Per la realizzazione dell’intervento si prevede uno stanziamento complessivo di 340.000 euro nel triennio 2023-2025.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti