Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

”Conoscere la borsa”, la Carifermo premia gli studenti fermani vincitori del concorso

IL PROGETTO ha lo scopo di far conoscere ai ragazzi i meccanismi della finanza. Nel fermano hanno partecipato il Liceo Economico Sociale ''A.Caro'' e l'Itet ''Carducci-Galilei'' con oltre 100 studenti divisi in 34 squadre. Sesto posto nella classifica 'sostenibilità' per il team ''Lvbag'' e undicesimo in quella 'performance' per il team ''MaciTeam''

di Matteo Malaspina

”Conoscere la borsa” per capire l’economia e gestire al meglio il risparmio. È questo lo scopo del concorso promosso dal Gruppo Europeo delle Casse di Risparmio e dall’Acri, rilanciato sul territorio fermano dallFondazione Cassa di Risparmio di Fermo che, per l’anno scolastico 2022/23 ha aderito a questo progetto che ha visto la partecipazione di due istituti fermani ad indirizzo economico, il Liceo Economico Sociale ”A.Caro” e l’Itet ”Carducci-Galilei’.

Oltre 100 studenti divisi in 34 squadre, che si sono misurati a livello europeo con circa 30 mila squadre, per un totale di 180 mila studenti in un’iniziativa volta a diffondere la cultura e la conoscenza dei meccanismi della finanza presso gli studenti delle scuole superiori, mediante esercitazioni pratiche attraverso le quali viene simulata una loro attività sul mercato borsistico

Un ”virtual game” al quale gli studenti partecipano in team, a ciascuno dei quali viene assegnato un capitale virtuale di 50.000 euro da investire in una scelta predefinita di 175 titoli quotati nelle principali borse europee, attraverso un sito internet dedicato.

Da sx: il direttore generale Carifermo Ermanno Traini e il presidente della fondazione Giorgio Girotti Pucci

«Lo scopo è quello di iniziare una sorta di educazione dei giovani ai meccanismi finanziari – ha detto il presidente della Fondazione, Giorgio Girotti Pucci – e si spera sia anche nella direzione di un risparmio consapevole ben gestito»».

L’obiettivo di questo progetto non è il solo raggiungimento della miglior performance economica, ma la sensibilizzazione dei ragazzi partecipanti, tramite un’attività di gioco stimolante, verso tematiche a loro non usuali.

Gli studenti fermani sono stati introdotti da alcuni incontri con Emanuele Dianetti, un esperto di finanza della Carifermo Spa, mentre periodicamente è stata predisposta una rassegna stampa di approfondimento su tematiche economiche.

Al termine del game, sono state stilate due classifiche, una sulla miglior performance ottenuta e l’altra sui migliori risultati ottenuti con i titoli azionari di tipo sostenibile. Al settimo posto della classifica nazionale ”sostenibilità” si è piazzata la squadra ”Lvbag”, composta da Irene Ferrantini, Sofia Salvatori e Andrea Scipioni con la professoressa Marta De Optatis del Liceo Socio Economico Sociale. La squadra ”MaciTeam”, composta da Francesco Del Gobbo, Matteo Perticarà e Lorenzo Orpianesi con la professoressa Katia Zoccarato dell’Itet si è classificata undicesima nella classifica nazionale performance.

I ragazzi sono stati premiati nella Sala Assemblee della Cassa di Risparmio questa mattina dal presidente dal presidente della Fondazione, sotto lo sguardo del presidente della Carifermo Spa Alberto Palma.

«Il tema del risparmio giovanile è molto importante. Con le scuole abbiamo inziato un corso di formazione sul commercio estero, il risparmio e la finanza – ha detto il direttore generale Ermanno Traini -. Essere educati sin da piccoli a questa cultura posta, nel proseguo, ad avere nei territorio dei risultati che si riverberano nelle imprese. La nostra è una sfida per far avvicinare la Banca del territorio ai ragazzi».

La squadra dell’Itet parteciperà alla cerimonia di premiazione nazionale che si svolgerà a Cuneo dal 13 al 15 aprile, mentre la squadra dell’A. Caro riceverà dei buoni acquisto per prodotti librari, testi e materiali scolastici. Ma in generale, tutti gli studenti fermani hanno ottenuto buoni risultati, piazzandosi con 2 team nei primi 20 posti della classifica ”performance” e con 3 team nei primi 20 posti della classifica ”sostenibilità”.

I ringraziamenti per questa opportunità data ai ragazzi sono stati espressi dalla professoressa Emanuela Giuliani dell’Annibal Caro, mentre la dirigente dell’Itet, Cristina Corradini, ha spiegato come «non è sempre facile per la scuola valorizzare i ragazzi e queste occasioni sono preziose per mettere in luce le loro potenzialità».

Il team ”Lvbag” del Liceo Economico Sociale ”A.Caro”

Il team ”MaciTeam” dell’iter ”Carducci-Galilei”


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti