facebook twitter rss

Carceri, sovraffollamento anche a Fermo

MONITORAGGIO del Garante Giancarlo Giulianelli nei sei istituti penitenziari presenti nelle Marche. Sempre attivi anche i colloqui con i detenuti, sia in presenza che per via telematica. Fermo conta 54 detenuti (stranieri 20) per una capienza di 41
Print Friendly, PDF & Email

«Ancora punte di sovraffollamento negli istituti penitenziari marchigiani con particolare riferimento alle strutture di Montacuto di Ancona, Villa Fastiggi di Pesaro e Fermo».

Lo evidenzia il Garante regionale, Giancarlo Giulianelli, nell’ambito della periodica azione di monitoraggio.

«Presenti nei sei istituti penitenziari delle Marche, alla data del 28 febbraio 2023 (Fonte Ministero della Giustizia) – spiega Giulianelli – 851 detenuti su una capienza complessiva regolamentare di 835. Di questi 300 gli stranieri, 21 le donne (la sezione femminile è presente soltanto a Villa Fastiggi)  e 648, di cui 213 stranieri, con condanna definitiva. Andando ad un esame per singola struttura al primo posto Montacuto con 324 detenuti (di cui 128 stranieri) per una capienza di 256. A seguire Villa Fastiggi con 210, di cui 21 donne e 88 stranieri, a fronte di 153 posti disponibili; Marino del Tronto di Ascoli Piceno con 98 (stranieri 25)  per una capienza di 103. A Fossombrone i detenuti sono  87 (stranieri 2) per una  capienza di 182, ma in questo caso è sempre da considerare che resta ancora chiusa una sezione a causa dei lavori di ristrutturazione in atto presso la Casa di reclusione. Completano la fotografia degli istituti marchigiani Barcaglione di Ancona con 78 presenze (stranieri 37) per una capienza di 100; Fermo con 54 (stranieri 20) per una capienza di 41».

Proseguono intanto i consueti colloqui con i detenuti effettuati dal Garante anche per via telematica. Tra i maggiori temi posti in primo piano quelli di carattere sanitario, i rapporti con i famigliari e le attività trattamentali legate all’inserimento lavorativo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti