Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook twitter rss

Lavori in viale Buozzi, si ripristina la pavimentazione. Salvatelli: «Necessari per sicurezza e arredo urbano»

PORTO SAN GIORGIO - Al via i lavori di sistemazione di viale Buozzi. L'obiettivo dell'assessorato ai lavori pubblici guidato da Lauro Salvatelli è quello di sistemare finalmente i marciapiedi posti ai lati del viale ed in parte compromessi dalle radici dei pini. Il cantiere durerà all'incirca una settimana.

Via ai lavori di sistemazione di viale Buozzi. Rendere pienamente fruibili e mettere in sicurezza anche i marciapiedi: è questo l’obiettivo dell’assessorato ai lavori pubblici guidato dal vicesindaco Lauro Salvatelli. Il cantiere resterà aperto per circa una settimana e si sposterà in corrispondenza dei tratti lesionati dalle radici dei pini. Fenomeno che si ripresenta periodicamente, ma negli ultimi anni nessuno è mai intervenuto per ripristinare i marciapiedi.

Si tratta in sostanza di livellare la pavimentazione e riportarla in quota, avendo sempre un occhio di riguardo per gli apparati radicali delle piante. Questi spazi, peraltro, oltre ad essere transitati dai pedoni, sono occupati dagli ambulanti in occasione delle fiere o delle mostre mercato. L’intervento va inquadrato pure nell’ottica di un risanamento dell’arredo urbano a cui Salvatelli mira dal suo insediamento in giunta. Le richieste giunte in Comune sono state diverse negli ultimi tempi e lamentavano per l’appunto la presenza di avvallamenti e cunette che potevano mettere a rischio i pedoni. Individuate le risorse, l’assessore e gli uffici hanno hanno preso in mano la questione per dare una risposta ai cittadini. Non è escluso che, una volta completati i lavori, si decida anche di ripiantumare qualche essenza arborea nel lato sud del viale, dove diversi giovani pini sono stati abbattuti a causa del maltempo qualche anno fa ed ora restano solo degli spazi quadrati vuoti.

S.R.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti