Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Liberazione, medaglia d’oro alla Provincia. Si pensa a un parco della Resistenza sui Sibillini (Le Foto)

FERMO - Il prefetto Rocchegiani ha consegnato la medaglia, frutto del lavoro intrapreso nel 2009 dall'Anpi. Le celebrazioni a Fermo, dalla santa messa alla cerimonia in piazza del Popolo

servizio di Simone Corazza

E’ stato un 25 Aprile particolarmente emozionante, quello vissuto oggi a Fermo, per la nostra provincia. Sì perché il prefetto Michele Rocchegiani ha annunciato il conferimento della medaglia d’oro “al merito civile per attività resistenziali” alla Provincia, culmine di un lavoro intrapreso dall’Anpi nel 2009.

«Una giornata storica – l’ha definita Paolo Scipioni, presidente Anpi – Prima la richiesta da parte del primo presidente Cesetti, poi il lavoro sul territorio con la Casa della Memoria e poi le domande di sollecito. Si è creata, nel Fermano, l’umanità del rifiuto al nazifascismo, quella resistenza che ha contribuito alla libertà».

E ora si pensa alla realizzazione di un parto della Resistenza tra Amandola e Montefortino, uno spazio multimediale dove, grazie alle moderne tecnologie, verrà raccontata la resistenza. La giornata, comunque, si è aperta con la messa celebrata nella chiesa di San Domenico da don Giordano Trapasso. Da lì la cerimonia in piazza del Popolo con la consueta deposizione di una corona di alloro da parte dei vigili del fuoco e, a seguire, la consegna della medaglia d’oro, all’uditorium San Filippo da parte del prefetto Rocchegiani alla presenza dei sindaci del territorio, guidati dall’ospite Calcinaro, delle forze dell’ordine e di tanti cittadini che si sono uniti nel ricordo della Liberazione intonando la consueta “Bella Ciao”. Nel corso della mattinata anche la consegna del premio “Ada Natali” al prodotto digitale “Art.34: la scuola è aperta a tutti” delle classi 3C e 3D della Scuola secondaria di primo grado di Montappone.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti