facebook twitter rss

Banca di Ripatransone e del Fermano: risultato record, Michetti: «Territorio, giovani e sostenibilità: strategia vincente»

BILANCIO 2022 approvato all’unanimità. L'utile netto fatto registrare è stato pari a 3.569.000 euro, in aumento di +303,23% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente

 

E’ stato approvato all’unanimità, all’assemblea annuale che si è svolta a Cupra Marittima, il bilancio relativo all’esercizio 2022 della Banca di Ripatransone e del Fermano.

 

Il risultato di gestione, ovvero l’utile netto fatto registrare dalla Banca di Ripatransone e del Fermano, è stato pari a 3.569 mila euro, in aumento di 2.684 mila euro pari a +303,23% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. La solidità dell’istituto è data da numerosi parametri, tra i quali il CET1 del 24% e una Liquidity Coverage Ratio (LCR) del 414%, indicatore quest’ultimo relativo allo stock di attività liquide di elevata qualità a disposizione della Banca di Ripatransone e del Fermano.

 

«Sebbene ne sia perfettamente consapevole – ha spiegato il direttore generale Vito Verdecchia – è sempre emozionante vivere l’atmosfera di un’assemblea così partecipata, con tanti giovani, e poter parlare di progetti che hanno al centro uno sviluppo territoriale innovativo, in cui qualità della vita e sostenibilità del lavoro sono concetti centrali».

 

Il presidente della Banca di Ripatransone e del Fermano, Michelino Michetti e il direttore Vito Verdecchia, hanno illustrato ai soci le diverse voci di bilancio, che hanno fatto emergere il forte legame con il territorio. La raccolta complessiva della Banca al 31 dicembre 2022 risulta composta per il 75,77% da raccolta da clientela e obbligazioni e per il 24,23% da raccolta interbancaria, le masse complessivamente amministrate per conto della clientela, costituite dalla raccolta diretta, amministrata e dal risparmio gestito, ammontano a 395.897 mila euro, evidenziando un aumento di 10.332 mila euro su base annua (+2,68%).

 

«Territorio, giovani e sostenibilità – ha detto il presidente Michelino Michetti – sono le grandi direttrici che accomunano l’agire del Credito Cooperativo con la concretizzazione dei suoi principi che la Banca di Ripatransone e del Fermano applica nei suoi territori. L’unione tra giusta convenienza e retta intenzione è la strategia vincente che nel tempo, e per molto tempo ancora, porterà allo sviluppo della Banca di Ripatransone e del Fermano e di famiglie, imprenditori e imprese che sosteniamo ogni giorno».

 

L’attuale compagine sociale della Banca di Ripatransone e del Fermano è composta da 2.430 soci, alla data del 31 dicembre 2022: durante l’anno, sono state accolte, dopo valutazione in base alle norme dello Statuto Sociale, 42 domande di ammissione.

 

Durante l’Assemblea, sono stati premiati cinque soci con cinquant’anni di anzianità: Paolo Brutti, Giovanni Campanelli, Giovanni Cherri, Luciano Giannetti e Marino Giannetti. Con loro, premiati anche centocinque soci con venticinque anni di anzianità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti