Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Graziella Ciriaci
facebook twitter rss

Montegiorgio, il centrosinistra risponde alle accuse di Cesetti: «Critica ingenerosa da chi si fa vedere solo per le elezioni»

POLEMICA - Marco Ramadori, Fabiola Girolami e Massimiliano Gentili rivendicano la loro opposizione e attaccano il consigliere regionale Dem: «Abbiamo vigilato, contestato, proposto mentre lui non si è degnato di assistere a nessun consiglio comunale. Ora tocca a lui, tanto è abituato a fare tutto da solo»

Marco Ramadori

«Abbiamo il nome giusto per vincere. Se dice no, mi candido io a sindaco». Aveva parlato così Fabrizio Cesetti prima delle elezioni a Montegiorgio. All’indomani della sconfitta di Ferracuti, però, il consigliere regionale Dem non ha risparmiato stoccate alla sua parte politica dichiarando: «Parliamo di una sconfitta annunciata. In cinque anni non è stata fatta opposizione e il centrosinistra che era sui banchi della minoranza ha deciso di non ripresentarsi».

Non si è fatta attendere la risposta della minoranza montegiorgese, con Marco Ramadori, Fabiola Girolami e Massimiliano Gentili che hanno criticato quella che per loro è stata un’ «ingenerosa critica nei riguardi di coloro che, in questi cinque anni, hanno mantenuto fede al proprio mandato elettorale con presenza costante ai consigli comunali, dove hanno svolto il dovere di opposizione attenta, costruttiva, ora critica, ora di proposta e  con la preparazione di molteplici interrogazioni consiliari».

«A Montegiorgio quel centro sinistra, di cui ci onoriamo di aver fatto parte, seduto sui banchi in questi cinque anni non ha scaldato la sedia, come denuncia l’onorevole dopo la sua sconfitta, ma ha valutato le cose nel merito, non ostacolandole se considerate buone per Montegiorgio, battendosi invece contro ciò che riteneva non utile per il paese, soccombendo poi in questi ultimi casi nelle votazioni consiliari a maggioranza – dicono -. Il modo di intendere la politica e l’amministrazione di noi consiglieri è stato di esercitare una opposizione sempre ispirata dalla stella polare per il bene comune del paese e non invece di esprimere posizioni divergenti solo per partito preso, non di piegare il dibattito a sola occasione per attaccare l’avversario, non di ricercare la troppa animosità solo per l’apparire. Non siamo stati bravi a comunicare quanto fatto, questo certamente è il nostro limite, in un epoca in cui la comunicazione è tutto e dove il non saper comunicare equivale quindi al non aver fatto».

I tre si interrogano su cosa avrebbero potuto fare: «Il centro sinistra avrebbe dovuto sbracciarsi in un atteggiamento di negativismo per partito preso, urlando e minacciando denunce contro, come dice Cesetti, un’amministrazione uscente che non ha lavorato male?»

«Certo, ci sono ancora tutte le criticità che la stessa lista dell’onorevole ha evidenziato, riprendendole dalla stessa attività di noi consiglieri uscenti sui banchi dell’opposizione a Montegiorgio, ma a queste penserà sicuramente lui ora. Noi consiglieri del centrosinistra uscenti abbiamo vigilato, contestato, proposto, talvolta condiviso. Ci siamo battuti, ma l’onorevole non può saperlo, perché non si è mai degnato di assistere ad un nostro consiglio comunale e si fa vedere a Montegiorgio solo per le elezioni, pur vivendoci – concludono -. Siamo quindi fieri del nostro operato, mentre l’onorevole avrebbe dovuto tener conto della vita di ognuno di quelli che, per le strade di Montegiorgio lavorando nelle feste dell’Unità o seduti sui banchi dell’opposizione, hanno favorito la sua ascesa in politica e, magari, chiedersi se questi toni da lui usati siano onesti nei loro confronti. Ad ogni modo adesso c’è l’onorevole su quei banchi e sicuramente, da oppositore molto più scaltro ed efficiente di noi quale lui è, saprà concertare senza dubbio un tipo di opposizione che non lo deluda, tanto è abituato a fare tutto da solo, conoscendo meglio l’”io” del “noi”».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



1 commento

  1. 1
    Sandro Concetti il 20 Maggio 2023 alle 19:54

    L’onorevole sarebbe bene pensasse a quanto non ha fatto , ovvero quanto ha fatto di male alla sinistra non rispecchiando i veri valori proletari.

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti