facebook twitter rss

Galimberti arriva a Magliano e parla al pubblico di bellezza: mercoledì l’appuntamento in piazza Gramsci

MAGLIANO - Il filosofo sarà ospite della quattordicesima edizione della rassegna ''Non a voce sola'' il 19 luglio alle ore 21.15 nella piazza di Magliano di Tenna. L’evento è ad ingresso libero e gratuito

Non a Voce Sola, nella sua quattordicesima edizione, continua ad animare l’estate marchigiana toccando i borghi e i luoghi più suggestivi delle Marche. Illustri ospiti dialogheranno attorno a un tema principale, fil rouge dell’intera rassegna, La trama dello sguardo. Uno sguardo nuovo, laterale ed inclusivo, non giudicante, che può nascere da una trama capace di farsi narrazione, memoria e storia.

Mercoledì 19 luglio alle ore 21,15, la splendida piazza Gramsci di Magliano di Tenna accoglierà Umberto Galimberti, uno dei più importanti pensatori dei nostri tempi. Dialogherà con il pubblico sulla bellezza come eccedenza di significato, come ulteriorità di senso, come rimando a qualcos’altro (La bellezza: legge segreta della vita).  

«Della bellezza – spiega Galimberti – non si può parlare perché non si può ridurre a ragionamento, in quanto senza scopo e al di fuori della catena dell’utilità. È un evento simbolico che mette insieme visibile e invisibile. Solo sacrificando la parte razionale possiamo accedere all’invisibile, la nostra parte folle. Praticare l’estetica è frequentare la follia».

Umberto Galimberti è nato a Monza nel 1942, è uno dei più noti filosofi, sociologi e psicoanalisti italiani. Laureatosi alla Cattolica di Milano con una tesi su di lui, diventa poi amico e traduttore dello psichiatra e filosofo Karl Jaspers. La sua curiosità e la sua strenua volontà di fare ricerca scientifica all’interno delle mille sfaccettature della filosofia e della psiche umana, gli donano una fama che lo precede e che arriva in breve tempo a procurargli il ruolo di professore, prima di Antropologia Culturale, poi di Filosofia della Storia e di Filosofia all’Università Ca’ Foscari di Venezia, per la quale ha insegnato dal 1972 ad oggi. Indagatore del pensiero, diventa poi, dopo un percorso di psicanalisi privata presso il CISA di Milano, indagatore dei nessi tra psicopatologia e problemi filosofici dell’essere umano, divenendo poi non solo psicanalista ma anche ricercatore e membro della prestigiosa International Association for Analytical Psychology. La sua attività di ricerca si è presto affiancata a quella naturale di divulgatore scientifico, è stato infatti collaboratore delle pagine filosofiche, culturali e divulgative de’ Il Sole 24 Ore tra 1987 al 1995 e lo è attualmente de’ La Repubblica; Galimberti racconta volentieri al grande pubblico anche le su riflessioni sul rapporto tra filosofia e psicologia, tra filosofia e religione, e tra le nuove generazioni e il nichilismo. Tra i suoi volumi sono divenuti celeberrimi i saggi divulgativi come L’Ospite Inquietante. Il nichilismo e i giovani, I miti del nostro tempo, e Cristianesimo. Religione dal cielo vuoto. 

L’evento è ad ingresso libero e gratuito, per informazioni 338 4162283.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti