facebook rss

Rapina shock ad Ortezzano, nega l’incasso ai malviventi che gli sparano

lunedì 23 gennaio 2017 - Ore 21:35
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Paoletti

Erano le 19.30 di questa sera quando Corrado Marinucci di 47 anni, titolare della tabaccheria alimentari Angelini Nicolina, stava svolgendo le operazioni di chiusura dell’attività commerciale ubicata lungo la Valdaso nel territorio comunale di Ortezzano. Improvvisamente sono entrati due uomini, un terzo complice aspettava fuori in auto,  con il volto coperto da passamontagna e armati di pistola. Uno dei due, che secondo i primi racconti aveva un accento italiano, gli ha chiesto l’incasso della giornata.

Appena  il signor Corrado lo ha negato, il secondo uomo, senza pensarci due volte, ha fatto partire quelli che, secondo una prima ricostruzione, sono stati tre colpi di pistola. Due di questi hanno preso il titolare dell’alimentari/tabacchi ferendolo ad una gamba. I due malviventi sono subito scappati. Marinucci ferito ma sempre cosciente è riuscito a chiamare da solo i soccorsi. Prima sono arrivati alcuni vicini, poi i familiari e i carabinieri intervenuti subito sul posto.  Titolare che è stato trasportato al pronto soccorso del Murri di Fermo. Fortunatamente non è in pericolo di vita.

Sul luogo della rapina i militari  del Nucleo operativo della Compagnia Carabinieri di Montegiorgio hanno effettuato tutti i rilievi scientifici. Intanto è scattata la caccia all’uomo. Militari dell’Arma che stanno passando a setaccio il territorio. Si parla di una possibile auto bianca sospetta. 

Sgomenta per quanto accaduto il sindaco di Ortezzano Giusy Scendoni che subito si è accertata delle condizioni del concittadino ferito: “Sono sgomenta – dice il sindaco –  Ortezzano è una piccola comunità, tranquilla unita e solidale, dove ci conosciamo tutti e mai era capitato un episodio simile“. Titolare che era anche parente ad una consigliere comunale: “Sono vicina a tutta la famiglia – prosegue la Scendoni –  spero che lui si rimetta presto. Per fortuna mi dicono che non è grave. Soprattutto spero che i due malviventi siano presi. La zona è tutta video sorvegliata spero che le immagini possano aiutare a individuare i colpevoli. È incredibile che questo sia accaduto in un paese dove fino a poco tempo fa si potevano lasciare le chiavi sulla porta tanto non sarebbe mai accaduto nulla. Ora non sia più così sicuro. Occorre lavorare su più fronti per aumentare la sicurezza dei nostri comuni“.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X