facebook twitter rss

I Nomadi a Sant’Elpidio a Mare:
”Siete un popolo da invidiare”
(video intervista e foto)

domenica 4 Settembre 2016 - Ore 09:54
Print Friendly, PDF & Email

nomadi - sant'elpidio a mare (19)

 

di Nunzia Eleuteri

Foto e video Federico De Marco

Una band seconda solo ai Rolling Stone per longevità, oltre 90 concerti l’anno e un “popolo nomade”, che la segue nomadi - sant'elpidio a mare (17)dagli anni ’60, composto da nonni, genitori e figli. I Nomadi ieri sera hanno conquistano Sant’Elpidio a Mare e lo stadio Mandozzi con il tour “Come potete giudicare”. Una serata da sold out con 11 mila 500 euro raccolti a favore delle popolazioni terremotate. Una canzone che ha ben 50 anni e che resta ancora un successo come la sempreverde “Io vagabondo”. Con la lettura dei messaggi dei fans, il concerto ha avuto inizio tra canzoni vecchie e nuove che hanno letteralmente scatenato i presenti.
Al violino il recanatese Sergio Reggioli che non è il solo marchigiano ad aver collaborato con la band. Molti testi sono scritti dal fermano Nino Marino che Beppe Carletti nell’intervista definisce un grande autore. Una citazione dovuta è anche quella dell’attore elpidiense Neri Marcorè, premiato dalla band con l’ambito “Tributo ad Augusto”.

nomadi - trenta terrenzi - sant'elpidio a mare (4)Il leader de I Nomadi, alla domanda su cosa apprezzi del nostro territorio, non ha avuto dubbi nel dire che siamo un popolo fortunato. Abbiamo mare e bellissime colline, un cibo ottimo. Quella qualità della vita a cui forse siamo troppo abituati dimenticando che è un bene prezioso.

Nel 2012, con un concerto, la band e altri artisti hanno raccolto fondi per le popolazioni colpite dal sisma in Emilia Romagna. Ieri allo stadio Mandozzi di Sant’Elpidio a Mare, il concerto è stato gratuito ma si è provveduto ad una raccolta fondi per questa recente tragedia che stiamo ancora vivendo.

A Beppe Carletti abbiamo chiesto di esprimere un desiderio sulla destinazione di questi fondi: “Noi li abbiamo destinati agli ospedali. L’importante è che si sposi un progetto specifico e concreto e che si porti a termine! Non ha senso mettere i soldi in un calderone senza sapere che fine facciano”.

Un augurio che è anche nostro e che significherebbe una crescita quantomeno in trasparenza e concretezza. Speriamo che questi fondi possano essere di aiuto anche ai nostri ospedali danneggiati. Un desiderio che il Sindaco Alessio Terrenzi aveva già espresso (leggi articolo) pensando all’ospedale di Amandola. Proprio questa mattina il Sindaco ha dichiarato che si è raggiunta la cifra di 12.385,00 euro: “La somma confluirà nel fondo aperto dal Comitato Elpidiense pro-terremotati e sarà destinata a progetti di ricostruzione nelle zone colpite dal sisma. L’Amministrazione Comunale, la Pro Loco, la Parrocchia ringraziano tutti, ma proprio tutti, per il gran cuore dimostrato!”.

Un gesto di solidarietà importante per il territorio stesso. Quella solidarietà che è un caposaldo nella vita della band de I Nomadi che ringraziamo per l’evento e per l’intervista.

nomadi - trenta terrenzi - sant'elpidio a mare (3)

nomadi - sant'elpidio a mare (1)

beppe carletti e nunzia eleuteri - nomadi - sant'elpidio a mare (1)

nomadi - sant'elpidio a mare (2)

nomadi - beppe carletti con prete - sant'elpidio a mare (7)

nomadi - sant'elpidio a mare (10)

nomadi - sant'elpidio a mare (9)

nomadi - trenta terrenzi carletti prete - sant'elpidio a mare (8)

nomadi - sant'elpidio a mare (12)

nomadi - sant'elpidio a mare (13)

nomadi - sant'elpidio a mare (16)

nomadi - sant'elpidio a mare (15)

nomadi - sant'elpidio a mare (14)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X