facebook twitter rss

Il Porto Sant’Elpidio esce vincitore
dal derby da dentro o fuori
contro la Sangiorgese

La formazione di Stefano Cuccù prosegue il cammino in Coppa Italia rimontando sui sangiorgesi. In campo spazio ai più giovani, spicca la tripletta del classe '97 Minnucci
Print Friendly, PDF & Email
annaritapilotti_presidente_calciopse

Anna Rita Pilotti, presidente del Porto Sant’Elpidio

PORTO SANT’ELPIDIO – Al “Ferranti” l’inarrestabile squadra di casa conquista il passaggio del turno in Coppa Italia ai danni della Nuova Sangiorgese. Nonostante i molti giovani schierati da mister Cuccù sul terreno di gioco, la squadra elpidiense riesce nell’impresa. Per i locali l’unico risultato possibile per proseguire il cammino nel torneo era la vittoria, poiché nel girone a tre composto da Futura 96, Nuova Sangiorgese e lo stesso Porto Sant’Elpidio, gli elpidiensi erano secondi alla squadra del tecnico Pennacchietti solo per la differenza reti, dunque un pareggio non avrebbe aiutato la causa biancoazzurra.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 3 (4-4-2): Genga; Tombolini (3’ st Vesprini), Cannoni, Marcantoni, Mori; Islami, Cirella (40’ st Tarantini), Verrucci (1’ st Marozzi), Sorra; Santacroce, Minnucci. A disposizione: Smerilli, Guadalupi, Quinzi, Stortini. All. Cuccù

NUOVA SANGIORGESE 2 (4-3-1-2): Screpanti; Verdecchia, Perticarini, Savelli, Fulimeni (21’ st Silla); Beretti, Anastasi, Tiberi (26’ pt Mortezi); Ricci; Giuliani (27’ st Serafini), Cestarelli. A disposizione: Coda, Orsini, Fazzini, Mauro. All. Pennacchietti

ARBITRO: Sabbouh di Fermo

RETI: 56’ Beretti, 58’ Minnucci, 79’ Ricci, 84’ Minnucci, 87’ Minnucci

NOTE: Ammoniti 57’ Verdecchia; corner 6 – 4; recupero +30’’ pt +3’ st

LA CRONACA

Incontro dal doppio volto quello andato in scena oggi  fra Porto Sant’Elpidio e Nuova Sangiorgese. Primo tempo noioso e sterile, seconda frazione divertente e frizzante anche dal punto di vista realizzativo.

Dopo venti minuti sul cronometro è la squadra di casa ad affacciarsi nell’area avversaria. Islami sprinta sulla destra lasciando sul posto Fulimeni ed effettua un rasoterra che trova sul fronte apposto Sorra, che con un piattone conclude alto sopra la traversa.

Alla mezz’ora, il canovaccio della partita è “palla lunga e pedalare” per i biancoazzurri, mentre gli ospiti sono troppo attendisti e aspettano di poter colpire con una ripartenza.

Proprio da un contropiede, al 44’, nasce la prima vera occasione del match per i rivieraschi ospiti. Giuliani, innescato da Anastasi, si ritrova a tu per tu contro Genga, quest’ultimo si distende e para a mano aperta la conclusione. Il numero 9 sangiorgese in questo frangente poteva fare meglio, se avesse tenuto la palla bassa, il numero 1 elpidiense avrebbe potuto fare ben poco.

Nella ripresa le squadre entrano in campo con un piglio diverso. Il Porto Sant’Elpidio velocizza il gioco con soluzioni di prima, mentre gli ospiti alzano il baricentro e attuano un pressing molto alto.

Al 47’ esce Tombolini per infortunio fra le fila elpidiensi, di conseguenza Cuccù passa ad un 3 – 5 – 2. Linea difensiva composta da Cannoni, Marcantoni, Mori e centrocampo rinfoltito dalla presenza del giovanissimo Vesprini.

Al 56’ gli ospiti dimostrano di essere freddi e cinici. Anastasi funge da vero regista effettuando un lancio che scavalca la difesa e indirizza il pallone sui piedi di Beretti, il quale con un sontuoso pallonetto supera Genga e sigla il vantaggio sangiorgese.

Dopo solo un minuto di gioco, Verdecchia stende in area Sorra che si stava accentrando dalla sinistra, il direttore di gara decreta il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Minnucci che non sbaglia e spiazza Screpanti.

Il numero 9 elpidiense, dopo un primo tempo spento, dà il meglio di sé nella ripresa. Al 68’, su un rinvio corto di Screpanti, ancora l’attaccante biancoazzurro protagonista con uno scippo al limite dell’area, ma questa volta è bravo l’estremo difensore ospite a farsi perdonare con una splendida parata.

Al 79’ Pennacchietti ordina ai suoi di alzare il pressing e su un disimpegno sbagliato dalla difesa elpidiense, la Nuova Sangiorgese raddoppia con Ricci, innescato da un filtrante di un ispirato Anastasi.

Al 84’ al termine di un’azione rocambolesca in area sangiorgese, Minnucci si ritrova il pallone fra i piedi e timbra il pareggio.

Il raddoppio del numero 9 biancoazzurro inietta fiducia a tutta la squadra, che nel finale si riversa in avanti alla ricerca del gol vittoria. Al minuto 87 Sorra, dall’out di sinistra, batte una lunga rimessa laterale direttamente in area; sul primo palo Minnucci con un favoloso tacco al volo infila la porta di Screpanti per la terza volta e si candida automaticamente per il titolo di ‘man of the match’.

Grazie alla vittoria il Porto Sant’Elpidio può proseguire il cammino nel torneo, vantando il fatto di aver conseguito tre vittorie in altrettante gare ufficiali fra campionato e Coppa Italia. Inoltre il tecnico locale Cuccù può ritenersi soddisfatto della prestazione dei suoi giovani e dovrà tener conto che in caso di assenza di Cuccù o Cingolani, da oggi, può contare sul classe ’97 Nicolò Minnucci, che con la performance in esame si è messo in luce.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X