fbpx
facebook twitter rss

Concerto per Arquata, Terrenzi:
“Nessuno parli di flop, raccolti fondi per i terremotati”

Print Friendly, PDF & Email

5a9eabbb-3447-4000-94f9-4bf441fb480e

Il pienone, in simili circostanze, non conta. Qui c’è di mezzo la solidarietà”. Inizia così il suo commento, il sindaco di Sant’Elpidio a Mare, Alessio Terrenzi, sulla serata di musica e beneficenza che ha visto sfilare sul palco del Palasavelli svariati artisti. L’obiettivo dell’organizzazione, infatti, era quello di raccogliere fondi da destinare a Arquata del Tronto.

6a8382bd-c5da-4738-963f-29cef0aa6b02

Il sindaco Alessio Terrenzi all’ingresso del PalaSavelli

Vietato parlare dunque di flop” aggiunge il primo cittadino. Chi si aspettava, infatti, migliaia di persone, al palas non le ha trovate. Ma l’importante, per gli organizzatori, era racimolare quanti più fondi possibile per il Comune terremotato. “Sono stati raccolti 5.170 euro” fa sapere il presidente della Croce azzurra di Sant’Elpidio a Mare, Robin Basso tramite il sindaco che aggiunge: “C’erano circa 600 persone. L’incasso è frutto, oltre che della vendita dei biglietti, anche delle donazioni volontarie ricevute nel corso dell’evento. Ovviamente avremmo preferito incassare 100 mila euro. Chi non lo avrebbe preferito? Ma ciò che conta è stato scendere in campo per aiutare chi è in difficoltà. Ora i soldi incassati, insieme a quelli sul conto corrente aperto dal nostro Comune e da quello di Monte Urano, andranno ad Arquata per costruire qualcosa in quella terra”.

 

48fb7377-91f1-467e-9998-9b6c8da41da-xxxxb

“E’ stata un’iniziativa lodevole che – continua Terrenzi – non saremmo riusciti a mettere in piedi se non fosse stato per l’impegno delle associazioni. Tutto nasce da quel giorno in cui io e il presidente Basso siamo andati nelle terre terremotate per consegnare quanto raccolto e donato dai nostri concittadini che sono stati davvero splendidi. Noi, dopo l’alluvione del 2011 siamo stati aiutati. E quel giorno ci siamo detti che bisognava fare altro per chi era ed è tuttora in difficoltà. Il concerto sì, è iniziato con qualche ora di ritardo ma perché c’è stato un problema con un cavo. Ringrazio chi è venuto e anche chi non lo ha fatto pur avendo acquistato il biglietto. Il ricavato, tolte le spese di viaggio, vitto e alloggio per gli artisti, andrà interamente a Arquata”. Si è parlato anche del cambio di location da Sant’Elpidio a Mare al PalaSavelli: “E scelta azzeccata. Vista la pioggia di ieri sera? Se la location fosse rimasta quella, probabilmente si sarebbe andati sotto con gli incassi. E poi farlo al campo sportivo avrebbe significato degli oneri in più. Bisognava adeguare la struttura a un simile evento. Per favore lasciamo fuori da queste iniziative la politica. A dimostrazione di questo fatto anche la testimonianza del sindaco di Arquata salito sul palco”.

 

8533a1fc-0811-41ce-b9c0-d1dff3f70036

b7a04be0-fe18-49e2-8bf7-1cbfd369ed51

ae17bab1-7891-419e-be47-99f7bf95787d


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X