facebook twitter rss

Il Comitato Discarica: “Non ci interessa la politica ma le decisioni su San Biagio”

DISCARICA - Il presidente del Comitato Renato Rossi traccia un bilancio dell'assemblea di sabato scorso scusandosi con il presidente Asite Roberto Cippitelli per le eventuali cifre errate
lunedì 3 ottobre 2016 - Ore 16:04
Print Friendly, PDF & Email

discarica san biagio

Il Comitato Civico Discarica di San Biagio di Fermo traccia un bilancio dopo l’incontro svoltosi sabato scorso per fare il punto sulla situazione rifiuti nel territorio.  Nel nostro incontro di sabato 1 ottobre – spiega il presidente Rentato Rossi – avevamo invitato cinquantaquattro fra enti, comuni e associazioni, per partecipare al dibattito sull’attualità del circuito dei rifiuti della provincia di Fermo e sulle criticità gestionali della discarica, ed avendo inviato a tutti copiosa documentazione oltre 60 pagine, il dibattito si è svolto per due ore in maniera molto civile, con possibilità di intervento e di replica di ogni partecipante”.

Rossi che aggiunge: “Mi dispiace della reazione del Dott. Cippitelli, presidente Asite e gestore della discarica, che lamenta di non essere stato invitato, ma secondo noi essendo il circuito dei rifiuti una questione squisitamente politica, era obbligo eventualmente del sindaco o dell’assessore all’ambiente delegarla alla partecipazione, visto che l’assessore Ciarrocchi, come ci ha comunicato per telefono venerdì intorno alle ore 20, era impossibilitato alla partecipazione.  Mi scuso con il Dr. Cippitelli se eventualmente abbiamo sbagliato qualche cifra, faremo ulteriori verifiche”. Comitato che rilancia con alcune domande: “Chi è che ha deciso e decide di commerciare i rifiuti speciali per poi abbancarli in discarica???  Ribadisco, a noi come comitato, non ci interessa la politica e l’attività del comune di Fermo, ma ci interessano le decisioni che il comune ha preso e prende per la discarica San Biagio, che non è di proprietà del comune di Fermo, il denaro per la realizzazione lo ha messo la regione Marche e ministero dell’Ambiente, Asite è solo gestore dell’impianto.  Siccome il comune di Fermo ha nel proprio territorio una discarica, ha diritto per legge ad un congruo eco indennizzo, che fino a qualche anno fa era di seicentomila euro per anno, oggi se ci facessero a quanto ammonta ne saremmo contenti”.

Renato Rossi che in merito alle accuse di una possibile scesa in campo politica aggiunge :”Voglio tranquillizzare il consigliere comunale di Fermo, Massimo Monteleone, io come ho dichiarato ho smesso di fare politica attiva nel 2013, quindi non ho nessun interesse politico per il futuro, ma il mio interesse è per il sociale, e questo mi ha spinto alla costituzione del comitato.  Inoltre chi mi conosce sa che ho spalle larghe, baricentro basso, e sono stato ‘allevato a terra’.  Ringrazio le associazioni tipo Citasfe, Acumarche, Terre nostre Marche, per la partecipazione e per la prosecuzione con loro e altre associazioni del territorio per far chiarezza sul circuito dei rifiuti della provincia.
Come ha detto il consigliere provinciale con delega all’ambiente, Stefano Pompozzi, bisogna velocizzare il funzionamento di ATA 4″


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X