facebook twitter rss

Il portellone del camion
gli trancia quattro dita di una mano

Print Friendly, PDF & Email

 

ambulanza

Un dolore indescrivibile che, a caldo, lui, un 50enne residente nell’entroterra fermano, non ha nemmeno accusato per poi, però, svenire più volte. L’uomo, di professione camionista, questa mattina è arrivato a Porto San Giorgio, più precisamente nel parcheggio davanti a un pubblico esercizio lungo la statale Adriatica 16, nel tratto nord della città, per scaricare della merce. Il 50enne è sceso dal suo camion e, come è solito fare decine di volte al giorno, ha aperto il portellone posteriore del mezzo pesante per tirare fuori il carico. Ma a quel punto l’imprevisto. Impressionante. Il camionista, nonostante tutto il suo bagaglio di esperienza, ha appoggiato una mano tra il rimorchio e il portellone che, a causa di una folata di vento, si è aperto e gli ha schiacciato la mano. Un colpo secco, un taglio netto della lamiera che gli ha tranciato quattro dita di una mano. Immediata la richiesta di soccorso da parte di alcuni presenti che hanno assistito alla raccapricciante scena. E così sul posto è subito arrivata un’ambulanza della Croce azzurra di Porto San Giorgio. I sanitari hanno trovato il camionista che, a caldo, non sembrava accusare particolare dolore per poi svenire più di una volta, col passare dei minuti, sorretto dai sanitari. E così i militi della pubblica assistenza sangiorgese si sono presi cura del 50enne che poi è ricorso alle cure ospedaliere per cercare di salvare le quattro dita della mano. Un’impresa davvero non facile per i medici che hanno fatto tutto il possibile per cercare di restituire all’uomo le piene funzioni della mano.

Giorgio Fedeli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X