facebook twitter rss

Fenucci amareggiato,
Cudini magic moment

Dopo gara con umori agli antipodi per i due tecnici. Il Montegiorgio dovrà ritrovare la rotta per fare la voce grossa nei piani alti dell'Eccellenza, per la Sangiustese la strada intrapresa sembra quella giusta
domenica 16 ottobre 2016 - Ore 20:01
Print Friendly, PDF & Email

Gianluca Fenucci 1

MONTE SAN GIUSTO (MC) – La sconfitta patita al centro sportivo di Villa San Filippo dal Montegiorgio per 1 – 0 (leggi l’articolo) lascia ovviamente amareggiato mister Gianluca Fenucci (foto). “Purtroppo non è la prima volta che produciamo tanto senza andare in rete – le parole del timoniere rossoblù – Certamente paghiamo lo scotto della partenza di giornata sottotono, dove abbiamo incassato il gol della Sangiustese ed altri tentativi locali votati fortemente al raddoppio. Nel secondo tempo invece siamo entranti in campo con un piglio diverso e piano piano il nostro baricentro si è alzato. La palla è stata messa diverse volte nell’area di Chiodini ma, per come già affermato, purtroppo senza imprimere alla manovra la stoccata risolutiva a rete”.

images

Mirko Cudini ai tempi dell’Ascoli mentre fronteggia Andriy Shevchenko, all’epoca con la maglia del Milan di Carlo Ancelotti

Di tutt’altro stampo l’umore del collega sangiustese Mirko Cudini. L’ex difensore professionista, arrivato da poco sulla panchina maceratese, sembra aver trovato subito la ricetta calzante per Cerbone & soci, protagonisti di 7 punti in tre turni di campionato. “Trovata la soluzione dei nostri mali? Non saprei, per il momento i risultati sono dalla nostra parte ma non dobbiamo sentirci appagati. Quello che mi sento di sottolineare è la solidità difensiva: tre partite senza subire reti è un buon viatico per il futuro – il focus del nuovo mister della Stese – Chiaramente c’è da migliorare sotto il punto di vista della gestione della gara nella ripresa, la gran mole di gioco con tanto di occasioni create nella prima frazione di gara non ricalca affatto le nostre performance al ritorno in campo. Servirà più concentrazione per mantenere la stessa quantità nel possesso palla in questi frangenti, pertanto lavoreremo su questo aspetto”.

Paolo Gaudenzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X