facebook twitter rss

Riapre il centro giovanile
voluto dai Della Valle

SANT'ELPIDIO A MARE - Dal supporto scolastico alle attività ricreative passando per il corso di calligrafia cinese in collaborazione con l'Istituto Confucio di Macerata e i la ginnastica dolce per anziani. La struttura rinasce con un target che abbraccia tutte le età
lunedì 17 Ottobre 2016 - Ore 19:40
Print Friendly, PDF & Email
centro-giovanile-casette

Il centro giovanile Casette

Ha riaperto i battenti oggi pomeriggio il centro giovanile voluto dalla famiglia Della Valle a Casette d’Ete. La struttura, che sarà supervisionata da Mario Andrenacci, referente dell’associazione solidale dei Della Valle, propone attività per un’ampia fascia d’età, dai bambini di 9 anni ai ragazzi di 17. “Faremo una programmazione classica – spiega Loretta Morelli, tra le operatrici della cooperativa sociale La Nuova Ricerca che gestisce il personale – Dal supporto scolastico seguito da tre insegnanti, per ragazzi dalla quarta elementare al secondo superiore, fino alla seconda parte del pomeriggio con attività ricreative”. La mattina e la sera il centro sarà a disposizione delle fasce di età più adulte. Partendo dalla ginnastica posturale per la terza età nella mattina fino ai corsi specifici d’inglese, d’informatica, Photoshop nell’orario serale. Importante anche la collaborazione con “Cartacanta” e l’istituto Confucio di Macerata con il corso dell’artista calligrafo cinese Zao Yu il prossimo 25 ottobre. “Quello che vogliamo fare da quest’anno è sviluppare una programmazione che vada oltre la tradizionale attività del centro giovanile, interessando tutto il territorio. – spiega Edoardo Grisogani, operatore della Nuova Ricerca – L’obiettivo è quello di coinvolgere un pubblico adulto, oltre al solito formato da ragazzi che giornalmente popolano il centro e di creare un programma insieme alle altre associazioni giovanili della regione. Un festival musicale, incentrato sull’elettronica nella basilica di Santa Croce tra fine novembre ed i primi di dicembre”. Oltre 300 i ragazzi che settimanalmente popolano il centro. Giovani di culture ed etnie diverse, che tra musica, ballo, informatica e svago riescono a integrarsi. “Questo può essere uno spazio per pensare insieme al futuro dei giovani. – concludono i due operatori – Sarebbe bello che questo sia un luogo anche per le altre associazioni che hanno problematiche di spazi dove svolgere le loro attività o di finanziamenti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X