fbpx
facebook twitter rss

Ciccioli chiama centrodestra
e civici all’adunata
ma boccia la ricandidatura di Agostini

PORTO SAN GIORGIO - Il portavoce regionale Fdi-An: "Se lo schema di gioco è la competizione tra Loira ed Agostini, il sindaco uscente ringrazia e l'esito è scontato. Al contrario, se si cambia gioco, Loira è tutt'altro che forte"
Print Friendly, PDF & Email
Il portavoce regionale Fdi-An, Carlo Ciccioli

Il portavoce regionale Fdi-An, Carlo Ciccioli

Si fa molto parlare, in queste ultime settimane, delle manovre interne al centrodestra e ai civici dell’ex sindaco Agostini in vista delle elezioni comunali del 2017. Tutti nel dire che solo uniti si hanno speranze di spuntarla sul sindaco uscente Nicola Loira. Ma poi ci sono le candidature a sindaco. Ecco servito il nodo gordiano del centrodestra sangiorgese. E Fratelli d’Italia fornisce la sua ricetta per la vittoria, o quantomeno, per provare a fare dell’asse centrodestra-civici un competitor degno di questo nome contro Loira: “Il centrodestra di Porto San Giorgio – dichiara il portavoce regionale Fdi-An, Carlo Ciccioli – deve esprimere una strategia propria e non essere subalterno alle strategie degli altri. Noi riteniamo che la consistente base elettorale del centrodestra nella città debba esprimere una propria proposta e una propria candidatura in vista del rinnovo del consiglio comunale. Non si può essere funzionali alle strategie di Agostini con il quale in passato abbiamo già vinto le elezioni come centrodestra e purtroppo, lo diciamo con molto rammarico, non è stato all’altezza di fare il sindaco di una coalizione e soprattutto di perseguire il progetto amministrativo concordato. Sarebbe alla terza candidatura a sindaco e produrrebbe, aldilà dell’attivismo, un risultato largamente prevedibile. Se lo schema di gioco è la competizione tra il sindaco uscente Loira ed Agostini, Loira ringrazia e l’esito è scontato. Al contrario, se si cambia gioco, Loira è tutt’altro che forte e i suoi presunti neo-supporter dell’area moderata sono pronti a tutt’altra prospettiva.

Quindi sgombriamo il campo da minestre riscaldate e guardiamo ad altri scenari che stanno prendendo piede. Nel centrodestra tutto sembra sonnecchiare, invece sono in corso contatti e ipotesi nuove. Agostini, se ritiene di mettersi a disposizione, può essere della partita con ruoli significativi. Se gli basta fare la comparsa elettorale e non l’amministratore della città, vada avanti nel suo piano perdente. Noi cominciamo dal mettere insieme Fratelli d’Italia, la Lega, il gruppo civico di Marinangeli ed altri esponenti della vita politica locale, come è stato fatto, che sono già disponibili. Riteniamo che Forza Italia non possa non esserci e così tanti altri che ora sono alla finestra. Loira, oltre alla debolezza del suo mandato, ha contro anche la cabala. Mai un sindaco uscente a Porto san Giorgio è riuscito a fare il secondo mandato. Non può essere il centrodestra con Agostini ad agevolare il Pd”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X