facebook twitter rss

Il Porto Sant’Elpidio
si aggiudica il derby
contro il Monturano Campiglione

Sfida tra fermane nella sesta tappa del campionato di Promozione girone B
Print Friendly, PDF & Email

porto-santelpidio-calcio

PORTO SANT’ELPIDIO – Al “Ferranti” la compagine della presidentessa Anna Rita Pilotti torna a vincere e si gode il momentaneo primo posto in classifica. Gli ospiti, invece, senza Malloni non riescono a finalizzare le rare occasioni concretizzate. Con il minimo sforzo la compagini di mister Cuccù ha dunque ragione della matricola del collega Bagalini.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 1 (4-4-2): Lattanzi; Simoni, Mengo, Marcantoni, Stortini; Islami, Cuccù (29’ st Belleggia), Chiappini, Quinzi; Minnucci (33’ st Santacroce), Cingolani. A disposizione: Genga, Cannoni, Cirella, Mori, Marconi. All. Stefano Cuccù

MONTURANO CAMPIGLIONE 0 (4-3-1-2): Diomedi; Berto (28’ st Monterubbianesi), Mandolesi, Marziali, Viti; Facciaroni (16’ Malloni), Bosoni, Renzi; Bracalente (18’ st Ulissi); Vallesi, Moretti. A disposizione: Corvaro, Cacchiarelli, Morelli, Sabbouh. All. Roberto Bagalini

ARBITRO: Sanseverinati  di Jesi, primo assistente Leombruni di Macerata, secondo Palestini di San Benedetto del Tronto

RETI: 6’ st Minnucci

NOTE: Ammoniti 14’ pt Mandolesi, 37’ pt Mengo, 42’ pt Berto, 2’ st Renzi, 40’ st Ulissi, 46’ st Simoni; corner 1 – 3; recupero 1’+3’; spettatori 150 circa

LA CRONACA

Terza vittoria di misura in questo campionato per il Porto Sant’Elpidio, che torna in vetta alla classifica in attesa dei risultati dai campi di Lorese, Montefano e Chiesanuova, gare in programa  di domani.

Il match si apre con un occasione per parte. Alla conclusione di Quinzi, arginata in due tempi da Diomedi, risponde Bosoni con un gran destro su calcio di punizione che impegna Lattanzi.

Mister Cuccù attua delle novità, schiera un 4-4-2 che in fase offensiva si trasforma in un 4-2-4 con Quinzi ed Islami che garantiscono un moto perpetuo sulle fasce. A dar sostegno a Minnucci e Cingolani in attacco, c’è Riccardo Cuccù, schierato in un insolito ruolo di playmaker basso. L’allenatore locale cambia le carte in tavola e prova a reinventare il suo fantasista, facendo quello che Roberto Mancini fece con Kovacic all’Inter.

Nella prima mezz’ora sono i padroni di casa a tenere in mano il pallino del gioco, con occasioni sporadiche, compensate dal molto movimento da parte dei giocatori che non vogliono dare punti di riferimento alla difesa avversaria.

Nell’ultima palla giocabile del primo tempo, sono gli ospiti a sfiorare la rete. A seguito di un cross dalla sinistra di Renzi, Moretti prende l’ascensore e colpisce di testa, Lattanzi con uno splendido colpo di reni sventa il pericolo e si salva in corner.

La seconda frazione si apre con la compagine elpidiense alla ricerca del vantaggio. Detto fatto e dopo soli sei minuti dalla ripresa è Minnucci a sbloccare il match. Azione del gol inizata da un portentoso dribbling di Cingolani, che viene atterrato al limite dall’area da Marziali. Il direttore di gara concede il vantaggio ed è proprio il classe ’97 ad avventarsi sul pallone vagante per depositarlo in rete.

La reazione ospite non tarda ad arrivare, e dopo cinque minuti, la compagine di Bagalini ha una ghiotta occasione per pareggiare. Incursione di Vallesi, che ingaggia un duello in velocità con Mengo, l’attaccante monturanese arriva sul fondo e pennella un arcobaleno che imbecca, sul versante opposto, Moretti che di testa fa la barba al palo.

Partita che non offre altre chance alla formazione ospite, con un Porto Sant’Elpidio che si chiude bene e tenta di ripartire in contropiede. L’ultima palla-gol dell’incontro capita sui piedi di Santacroce, ma Diomedi ha i riflessi pronti.

Per i rivieraschi, dopo le due sconfitte consecutive, era fondamentale ripartire con una vittoria, per giunta arrivata sotto gli occhi dei propri tifosi. Per Monturano si tratta di un inizio di campionato altalenante, che lo ha visto uscire sconfitto anche da questo derby dopo il faccia a faccia avuto a cospetto della Nuova Sangiorgese nella prima di campionato.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X