facebook twitter rss

“Tuttiliberidileggere”:
all’Isc Nardi arriva la settimana dei libri

PORTO SAN GIORGIO - In programma da lunedì incontri con autori e sessioni di lettura
Print Friendly, PDF & Email

scuola-nardi

Anche l’istituto scolastico comprensivo sangiorgese aderisce alla campagna nazionale Libriamoci, promossa da Miur, ministero della Cultura, e dal centro per la Lettura del libro. Un’intera settimana di iniziative che avranno come protagonisti scrittori e alunni sui temi della legalità e dei diritti, scelti dai docenti fra quelli proposti per la terza edizione della manifestazione. “Il tutto con l’obiettivo – fanno sapere dalla scuola – di unire gli alunni nel segno dell’amore per i libri, mostrando come la lettura possa rappresentare un’esperienza formativa da vivere insieme, ma anche da condividere sui social usando l’hashtag #liberi di leggere. Da lunedì e per tutta la settimana i ragazzi più grandi delle classi quinte e terze di primaria e medie leggeranno dei brani sul tema dell’immigrazione a quelli più piccoli (infanzia e primarie dell’Isc e degli istituti delle Canossiane e di San Gaetano). Martedì si terrà il primo incontro con l’autore, organizzato dal comune di Porto San Giorgio in collaborazione con la scuola e aperto anche alla cittadinanza. L’appuntamento è per le 18 all’auditorium Aylan dove sarà ospite lo scrittore siriano Abdulghani Makki. Mercoledì, giovedì e venerdì in una serie di diversi eventi i bambini delle scuole primarie incontreranno Marco Moschini, che tra l’altro vive a Fermo, autore di molti testi e poesie per l’infanzia, oltre che maestro di scuola primaria per trentasei anni. Giovedì sarà la volta di Simona Dolce, giovane scrittrice siciliana, autrice di ‘La mia vita all’ombra del mare’, testo scritto per i ragazzi per raccontare la lotta alla mafia di don Pino Puglisi. Sabato gran finale alle scuole medie Nardi e Rosselli con le ‘Donne di carta’, cioè lettrici e lettori che imparano a memoria brani di libri da loro amati e li recitano o “dicono” a chiunque voglia starli ad ascoltare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X