facebook twitter rss

Croce verde, quando lo spirito di servizio
non conosce limiti

Print Friendly, PDF & Email

sisma-pse-holiday2

sisma-pse-holiday1Da sabato scorso quattro volontari della Croce Verde Porto Sant’Elpidio sono in servizio presso il campo della Protezione Civile Regione Marche a Pieve Torina. E lo saranno fino a domani. Assieme al gruppo regionale di Anpas preparano circa 800 pasti al giorno per coloro che hanno deciso di restare nei luoghi del sisma. E mentre si susseguono le scosse di assestamento, la forte magnitudo 4.8 di giovedì all’1,35 ha scosso proprio il terreno sotto il campo degli impianti sportivi. Comprensibile lo spavento dei volontari ma, Annamaria, Samuele, Massimiliano e Leonardo, questi i loro nomi, non si scoraggiano, hanno un compito e lo porteranno avanti comunque.
Attualmente i volontari della Croce Verde sono fortemente impegnati nella copertura dei servizi giornalieri al centro di accoglienza sfollati del “Villaggio Holiday” con un’ambulanza di soccorso h24 per le situazioni di emergenza sanitaria, due pulmini di trasporto e spostamento sul territorio e per la consegna farmaci. Inoltre la pubblica assistenza mette a disposizione una vettura per gli infermieri del “Cives”, equipe sanitaria che raggiunge i pazienti che non possono spostarsi e che hanno bisogno di cure nelle rispettive residenze.
“È molto importante – fanno sapere dalla Croce verde – offrire tutti questi servizi agli ospiti per permettere loro i movimenti necessari affinché possano espletare i fabbisogni giornalieri, andare in posta, lavanderia, supermercato, visite mediche, spostamenti nei vari centri per andare a trovare altri familiari. Un servizio molto articolato che richiede la presenza in loco di un numero consistente di volontari, 15-20 al giorno, perché la necessità di essere presenti nell’offrire servizi essenziali alle persone colpite dal sisma richiede un impegno e un coinvolgimento ulteriore per le forze già impegnate nello svolgimento delle quotidiane attività istituzionali dell’associazione.
La risposta dei volontari non si è fatta attendere, come in ogni situazione di emergenza sono repsenti con prontezza dando il loro apporto con spirito di solidarietà e condivisione.
In generale, osservando la tempestiva risposta che sta offrendo Porto Sant’Elpidio, agli occhi di chi non ci conosce, potrebbe apparire come qualcosa di straordinario. Sappiamo invece che niente è per caso e che i comportamenti di oggi fondano le radici nella storia della nostra città. Non è per caso, ad esempio, che abbiamo realizzato una casa del Volontariato”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X