facebook twitter rss

Ennesimo stop per
il Monturano Campiglione,
l’analisi della partita nelle parole
di mister Bagalini

La disfatta nell’ascolano proietta i lupi alla terzultima posizione. Il tecnico calzaturiero allarga sul periodo poco felice dei suoi
Print Friendly, PDF & Email

bagalini-monturano-campiglione

FOLIGNANO (AP) – Un incontro piuttosto equilibrato quello andato di scena oggi sul manto sintetico del Ciabbino, ma un gol di Stefano Luciani, a dieci minuti dal fischio finale, ha condannato i fermani al terzultimo posto in classifica. Gli uomini di Roberto Bagalini sfiorano più volte il vantaggio, ma alla fine sono loro a soccombere, sprecando addirittura la palla del pareggio negli sgoccioli di gara.

Proprio Bagalini, timoniere della neo promossa compagine monturanese fusa con il Campiglione, di cui ne è guida dal 2012 sin dai tempi della Seconda Categoria, parla del periodo delicato che sta attraversando la squadra.

Mister, quinta sconfitta stagionale e terza consecutiva, a cosa si deve questo periodo “no”?

“Stiamo vivendo un momento non certo positivo in campionato, ma queste sconfitte sono figlie di molta sfortuna. Riusciamo a costruire sempre un bel gioco ma ci perdiamo nel momento clou e veniamo a mancare di freddezza e cinismo sotto porta. Sia a Porto Sant’Elpidio che in casa con il Chiesanuova abbiamo perso per degli episodi, ma sono risultate gare piuttosto equilibrate, come d’altronde anche quella in esame, in un campo molto difficile, davanti ad una squadra preparata, dove abbiamo creato molto senza concretizzare. Il gol decisivo di Luciani è stato anch’esso un episodio, nello specifico su calcio d’angolo”.

Viste le molte assenze e la conseguente squadra decimata, si attende dei nuovi innesti nella prossima sezione di mercato?

“È ancora presto per parlare di mercato. Sicuramente questo periodaccio è dovuto anche alle molte assenze, ma questo non deve essere un alibi. Oggi Monterubbianesi ha giocato la sua prima partita da titolare, Vallesi era in panchina, Cerquozzi era assente e aveva un permesso per motivi personali, ho dovuto riadattare la formazione con i giocatori che avevo e reinventare qualche ruolo sulla base delle caratteristiche dei miei ragazzi, insomma non proprio il massimo. Comunque io credo che più che nuovi innesti, ci serva recuperare tutti gli effettivi, allora si che vedremo la vera Monturano Campiglione, ma serve pazienza”.

Nel prossimo incontro affronterete il Porto Recanati, che oggi ne ha rifilati sei al Corridonia, come preparerà il match di sabato?

“Sarà decisamente un match duro, sia dal punto di vista psicologico che sul campo. Hanno recuperato Cento, Gasparini e Garcia (autore di una tripletta, ndr) e questo va sicuramente a loro vantaggio. Il nostro obiettivo è la salvezza e lo sapevamo, ma il prossimo incontro potrebbe già essere decisivo per le nostre sorti. Punto tutto sull’affiatamento e sulla voglia di fare risultato del gruppo e magari, sperando che il fato ci aiuti, in un maggior cinismo e una maggiore cattiveria sotto porta”.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti