fbpx
facebook twitter rss

Deruba e aggredisce una donna,
37enne finisce in carcere

PORTO SAN GIORGIO - Si tratta di un 31enne di origini marocchine con vari precedenti per reati specifici
Print Friendly, PDF & Email

arresto polizia

di Giorgio Fedeli

Nel pomeriggio di ieri personale del Commissariato di polizia di Fermo ha tratto in arresto un marocchino, S.L., le iniziali, di 37 anni, perché colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Fermo su richiesta della procura della Repubblica di Fermo dovendo rispondere dei reato di rapina impropria commesso a Porto San Giorgio il 21 ottobre scorso.

IL FATTO DI CRONACA

Verso le 16,40 del 21 ottobre, infatti, una cliente del supermercato Conad di Porto San Giorgio, uscita dall’attività commerciale, ha raggiunto l’abitacolo della sua autovettura. Non appena dentro l’auto ha appoggiato la sua borsa di pelle sul sedile lato passeggero. A quel punto S.L. ha fatto irruzione nella vettura, dalla portiera anteriore destra, afferrando la borsa e tentando di dileguarsi in sella ad una bicicletta. La donna, uscita dal veicolo, nel tentativo di rientrare in possesso di quanto le era stato sottratto, ha bloccato il delinquente che però l’ha colpita al volto con un violento schiaffo che l’ha costretta a lasciare la presa. La signora comunque non ha desistito dal suo intento rincorrendo il rapinatore per circa 10 metri e chiedendo, allo stesso tempo, aiuto. Poi, però, lo ha perso di vista. A quel punto è scattata la telefonata alla polizia. La borsa, che era stata gettata dal rapinatore durante la fuga, le è stata restituita dopo poco da un passante.

Il dirigente del commissariato Leo Sciamanna

Il dirigente del commissariato Leo Sciamanna

L’INTERVENTO DELLA POLIZIA

Ricevuta la richiesta di soccorso, gli agenti del commissariato guidati dal dirigente Leo Sciamanna, si sono precipitati sul posto, posizionandosi alla fine di via Adami, sulla costa fermana, dove in effetti dopo poco è arrivato un uomo in sella ad una bicicletta. Quell’individuo, alla vista della polizia, abbandonata la bici, si è lanciato in una fuga a piedi dirigendosi verso la ferrovia, dove però è stato bloccato da altri agenti del commissariato  di polizia di Fermo.

L’EPILOGO

L’uomo, poi identificato per S.L., di anni 37, marocchino con vari precedenti per reati specifici, ha così riconsegnato quanto aveva asportato dall’interno della borsa della vittima, ovvero 55 euro, un accendino elettrico multicolore, un carica batterie portatile ed un pacchetto di sigarette. Alla vittima, poi finita all’ospedale di Fermo, sono state riscontrate contusioni al volto a seguito dell’aggressione. Sulla scorta degli elementi probatori raccolti nell’immediatezza del fatto dal personale del commissariato di Fermo, la  procura della Repubblica di Fermo ne ha richiesto l’arresto al gip che, facendo proprie le risultanze, ha emesso  l’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita, appunto, ieri pomeriggio trasferendo il rapinatore nel carcere di Fermo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X