facebook twitter rss

Scende la pioggia
sul Monturano Campiglione
battuto dal Portorecanati

Ferro e fuoco oltre il maltempo al comunale fra le due compagini. I lupi si ritrovano in coda con soli 7 punti
Print Friendly, PDF & Email

da31c3c8-3ccc-43ff-98d5-c87f2aab84b5

MONTE URANO – La banda di Bagalini sembra non crederci. Quest’oggi serviva una prestazione ben diversa da quella messa in campo per togliersi da un posizione di classifica scomoda, ma si sono visti dei passi indietro rispetto alle gare precedenti della Malloni & Co. Molte giocate individuali e poca coralità hanno permesso agli ospiti di far loro il match, giocando addirittura più di mezzora in dieci uomini. Persino quelli che un tempo erano i veterani della squadra fermana, oggi sembrano mancare di quella voglia che serve per portare a casa i tre punti.

IL TABELLINO

MONTURANO CAMPIGLIONE 1 (4-2-3-1): Diomedi; Marziali, Mandolesi, Viti, Vallesi Paolo (5’ st Berto); Cacchiarelli (8’ st Facciaroni), Bracalente; Belleggia (13’ st Renzi), Malloni, Ulissi; Vallesi Fabrizio. A disposizione: Evandri, Bosoni, Sabboham, Lucci. All. Roberto Bagalini

PORTO RECANATI 3 (4-3-3): Isidori; Casson, Cento, Mandolini, Patrignani; Rombini, Thiam, Gasparini Emanuele; Garcia (45’ st Pandolfi), Storani (12’ st Dovesi), Balloni (1’ st Martiri). A disposizione: Di Lorenzo, Gasparini David, Ciminari, Stefanelli. All. Mazzaferro

RETI: 21’ pt Vallesi Paolo (autogol), 30’ pt Storani, 21’ st Malloni (R), 43’ st Rombini

ARBITRO: Marchei di Ascoli Piceno, Gnatov di Fermo e Zitti di Jesi

NOTE: Ammoniti Patrignani, Cacchiarelli, Rombini, Gasparini Emanuele; espulsi 44’ pt Cento, 36’ st Marziali, 49’ st Mandolesi; corner 3 – 8; recupero + 1’+ 4’

LA CRONACA

Il modulo di gioco scelto da mister Bagalini testimonia la grande voglia di fare risultato dei fermani, con grande densità di uomini in fase offensiva e folto centrocampo in quella difensiva. Nel giorno in cui i calzaturieri si giocano molto per il proseguo del campionato, il tecnico locale punta sulla freschezza di Bracalente e Belleggia a centrocampo e sull’esperienza di Viti e Vallesi Paolo in difesa. Proprio quest’ultimo, però, oggi rientrante titolare dopo un lungo infortunio, si fa trovare impreparato quando al 21’ su un cross dalla destra  non particolarmente insidioso, colpisce di testa il pallone quel tanto che basta per mettere fuori causa Diomedi. Gli ospiti sfruttano subito il momento favorevole e dopo 9’ trovano il raddoppio. Lancio in profondità di Balloni che pesca Storani su filo dell’offside che, indisturbato, arriva palla al piede davanti a Diomedi ed insacca.

Primo tempo che non offre molti spunti per i monturanesi, mentre i giocatori in casacca arancione insistono con la solita trama, con dei filtranti a mettere fuorigioco la difesa locale e ad imbeccare una delle tre punte. Partita che sembrava facilmente gestibile dagli ospiti che però al 44’ subiscono l’espulsione di Cento per delle proteste plateali rivolte al direttore di gara, in seguito ad un offside fischiatogli contro. Nella ripresa, complice la superiorità numerica e le sostituzioni fatte da Mazzaferro, il Monturano Campiglione prende piede e riesce a creare qualche occasione. Da una di queste, al 66’, ne esce un calcio di rigore per fallo di Mandolini ai danni di Malloni, lo stesso capitano dei fermani si porta sul dischetto e realizza il gol del 1-2. Dopo soli quattro minuti situazione analoga in area monturanese, questa volta è Garcia ad essere steso da Mandolesi ed a costringere Marchei ad assegnare il penalty, ma a salvare il risutato ci pensano i guantoni di Diomedi su un sinistro spento di Thiam. Al 81’ viene ristabilita la parità numerica per fallo ad ultimo uomo di Marziali su Garcia e allora gli ospiti abbandonano il catenaccio e si rovesciano nell’area avversaria, così che a due minuti dal termine siglano il punto esclamativo con Rombini. Azione avviata da Garcia che in seguito ad un buon dribbling sulla sinistra, mette in area ad altezza dischetto e trova l’accorrente Rombini con un gran sinistro a spiazzare Diomedi.

Quarta sconfitta consecutiva e sesta in nove gare stagionali, la compagine fermana rischia di non vedere più la luce. Un Portorecanati galvanizzato dalle sei reti di settimana scorsa contro il Corridonia si porta in zona playoff guadagnando tre punti in una partita piuttosto maschia.
Il Monturano Campiglione non deve demordere e deve fare risultato già dalla prossima contro il Potenza Picena, è presto per parlare di rischi retrocessione visto che la classifica in bassa quota è molto corta.

Leonardo Nevischi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X