facebook twitter rss

Fermana ancora vincente,
ma che fatica

Come previsto non è stato facile battere la Recanatese che, dopo il doppio vantaggio dei gialloblù con Russo e benché ridotta in dieci, riapre la partita e va vicina diverse volte al pareggio. La Fermana sale a 19 punti, 6° in classifica, con una partita da recuperare
Print Friendly, PDF & Email

fermana-recanatese2

FERMO – Gialloblù in vantaggio alla fine del primo tempo con Russo e la complicità del portiere ospite, raddoppiano all’inizio della ripresa sempre con Russo. Subito dopo la Recanatese resta in dieci, ma come contro il Campobasso la Fermana non è in grado di sfruttare la superiorità numerica; infatti quando la squadra di casa sembrava in grado di condurre in porto una volta tanto una partita senza patemi fino al 90′, arriva il gol della Recanatese (il più bello dei tre) che riapre il match e tiene tutti col fiato sospeso, perché i giallorossi si rendono pericolosi diverse volte, soprattutto al 40′ ancora con Villanova che costringe Valentini al salvataggio del risultato con i piedi e al 43′ con il nuovo entrato Pasquini che va vicinissimo al pareggio.

IL TABELLINO

FERMANA 2 (4-2-3-1): Valentini; Maghzaoui, Comotto, Bossa, Ispas; Forò (36′ st Marti), Mariani; Petrucci, Margarita (20′ st Omiccioli), Russo; Molinari (14′ st Cremona). A disposizione: Polverino, Ferrante, Ghiani, Falanga, Bah, Jallow. All. Destro

RECANATESE 1 (4-4-1-1): Liotti; Tomassetti, Falco, Dominici, Patrizi; Villanova, Garcia (41′ st Pasquini), Lauria (31′ st. D’Angelo), Mordini; Senigagliesi; Fioretti. A disposizione: Pesce, Guzzini, Rinaldi, Giaccaglia, Cianni, Papavero, Miani. All. Possanzini

ARBITRO: Bonaldo di Conegliano, Carraretto e De Nardi

RETI: 40′ pt Russo; 3′ st Russo; 12′ st Villanova

NOTE: Ammoniti Patrizi (R ), Forò (F), Garcia (R); espulso all’8′ del secondo tempo Mordini (rosso diretto), angoli 3-4, recupero 1’+4′, spettatori i circa 500 (compresi 11 in Curva ospiti).

LA CRONACA

Destro ripresenta in squadra Margarita, Forò e Russo dal 1′. Basso il ritmo di gioco. Rompe il ghiaccio al 10′ Margarita con un tiro da fuori area, alto di poco. Al 23′ risponde la Recanatese con una conclusione di Lauria da lontano, Valentini blocca a terra in due tempi. Gli ospiti insistono al 37′ con una insidiosa punizione di Villanova che sibila di poco sopra la traversa difesa da Valentini. La Recanatese prevale nel possesso palla, ma come già successo a San Marino e Campobasso, il gol lo fa la Fermana: al 40′ cross di Petrucci da destra, il portiere esce male e respinge addosso a Russo la sfera che carambola in rete debolmente: 1-0.

Il secondo tempo si apre dopo soli 3′ col raddoppio della Fermana grazie sempre a Russo che, appostato sul secondo palo dimenticato da tutti i giocatori giallorossi e dal portiere, devia in una porta sguarnita un pallone proveniente da un corner battuto da Molinari e prolungato di testa da un compagno: 2-0. Una volta tanto la partita sembra in ghiaccio, soprattutto dopo altri 5′ quando, su una ripartenza letale della Fermana, Petrucci lanciato a rete viene atterrato da Mordini, espulso. Dal conseguente calcio piazzato bella esecuzione di Molinari che supera la barriera ma la traiettoria è a mezza altezza e consente all’incerto Liotti di sfoggiare una bella respinta. Nonostante il doppio svantaggio e l’uomo in meno, gli undici di Possanzini non si perdono d’animo, anzi hanno una reazione che li porta a rientrare in gara: 12′ Villanova da poco fuori area quasi da fermo fa partire un tiraccio che sorprende Valentini e si infila sotto la traversa: 2-1.

27′ ripartenza di Petrucci, cross al centro dove Cremona non arriva per poco alla deviazione che avrebbe davvero chiuso il match, invece il risultato resta in bilico fino al 94′, e proprio negli ultimi minuti i leopardiani, agevolati da una Fermana in pieno affanno, proprio come accaduto contro il Campobasso, vanno vicinissimi al pareggio al 41′ con Valentini salva con i piedi su una incursione di Villanova e due minuti dopo con il nuovo entrato Paquini.

Passata la paura arrivano altri tre punti, ora i canarini incontreranno due squadre che li precedono in classifica: la Vis Pesaro, quinta, e poi nel secondo recupero fra sette giorni la capolista Matelica, due ostacoli duri nel tentativo di reinserimento immediato al vertice della classifica.

Paolo Bartolomei

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X