fbpx
facebook twitter rss

Cremona non perdona,
Fermana a due punti dalla vetta

Dopo il gol dell'attaccante gialloblù, Valentini para un rigore e salva più volte il risultato da occasioni biancorosse di pareggio. Fra tre giorni scontro diretto in casa del Matelica terza in classifica
Print Friendly, PDF & Email

whatsapp-image-2016-11-20-at-16-32-11

PESARO – La Fermana vince al Benelli con un gol di Cremona ad un quarto d’ora dal termine, sorpassa la Vis, sale al quinto posto rientrando in griglia play off, a soli due punti dalla vetta nel marasma di ben cinque squadre. Mercoledì recupero a casa di un Matelica che è crollato (3-0) in Molise, davanti alla sempre più sorprendente Agnonese, co-capolista assieme alla Vastese.

IL TABELLINO

VIS PESARO 0 (4-4-2): Cappuccini; Ficola, Gennari (44′ st Conte), Paoli, Mureno; Comi, Grieco, Raparo, Ridolfi; Costantino (29′ st Falomi), Tedesco (26′ st Sapucci). A disposizione: Stefanelli, Del Pivo, Dadi, Gnaldi, Rossi, Bugaro, Falomi. All. Sassarini

FERMANA 1 (4-2-3-1): Valentini; Maghzaoui, Comotto, Ferrante, Ispas; Forò (16′ st Mariani), Misin (26′ st Cremona); Petrucci, Omiccioli, Russo; Molinari (1′ st Margarita). A disposizione: Polverino, Falanga, Bossa, Ghiani, Urbinati, Marti. All. Destro.

ARBITRO: Miele di Nola

RETE: 32′ st Cremona

NOTE: Ammoniti Comotto (F), Forò (F), Molinari (F), Maghzaoui (F), Comi (V), Mariani (F); corner 8-0; recupero 3+5

LA CRONACA

Destro schiera il solito 4-2-3-1 con la variante Ferrante, centrale difensivo accanto a Comotto, anziché Bossa a cui è stato concesso un turno di riposo. Reinserito subito Misin titolare dopo lo stop per infortunio, mentre per Urbinati il turn over lo porrebbe far rivedere in campo mercoledì a Matelica.

Il primo tempo va via su ritmi piacevoli, ma il gioco si svolge soprattutto a centrocampo, con la Vis Pesaro che cerca il fraseggio e costruisce gioco (il numero dei corner lo dimostra), e la Fermana che punta alle ripartenze con Petrucci che come al solito è l’uomo più insidioso, rendendosi pericoloso ad inizio gara. La Vis risponde con Ridolfi che costringe Valentini a diversi interventi e con Tedesco che impegna Ferrante. La partita è spezzettata da tanti falli e calci di punizione, si registrano tentativi di Costantino e Molinari, i capocannonieri delle due squadre.

Nella seconda frazione il ritmo si abbassa e si evidenzia ancora di più la tattica della Fermana di contrastare il gioco avversario e sfruttare le ripartenze di Petrucci, Russo e Margarita che però vengono sempre neutralizzate in area di rigore; la conclusione più pericolosa è di Costantino che viene richiamato in panchina e non riesce a bissare le marcature che un anno fa al Benelli avevano messo ko la Fermana.

Destro dopo aver inserito Margarita e Mariani al posto di uno stanco Molinari e di un Forò, sempre battagliero ma ammonito, Destro inserisce Cremona al posto di Misin, e dopo neanche cinque minuti l’attaccante gialloblù sfrutta al volo la prima vera indecisione difensiva della Vis (un errato disimpegno), si presenta a tu per tu da Cappuccini e non fallisce la sua seconda segnatura in stagione: 0-1.

La reazione della Vis non si lascia attendere e poco dopo i biancorossi usufruiscono di un rigore concesso con generosità dall’arbitro campano per un dubbio fallo di mani; ma Valentini, che tra i pali si conferma una sicurezza, neutralizza la conclusione di Falomi che dal dischetto calcia debole e non abbastanza angolato.

La partita si accende e innervosisce, la Vis si butta in avanti a testa bassa, la Fermana soffre ma al primo dei cinque minuti di recupero Russo, lanciato da Petrucci, arrivato a tu per tu con Cappuccini, spreca l’occasione per chiudere la gara con un po’ di anticipo; poco dopo pericolosa conclusione della Vis, fuori. Fermana in debito di ossigeno per la partita in più giocata mercoledì, poi il triplice fischio e l’esultanza dei centocinquanta fedelissimi nel piccolo settore ospiti dello Stadio Benelli.
Ora si pensa solo al recpero di mercoledì, il big match contro il Matelica terzo in classifica, sperando che Destro e i suoi sappiano ancora dosare le forze in questo periodo di partite ravvicinate.

Paolo Bartolomei

vispesaro-fermana1


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X