fbpx
facebook twitter rss

Sisma, microfessurazioni alla chiesa di San Giorgio: confermata la chiusura al pubblico

Print Friendly, PDF & Email

san-giorgio

Il sindaco Nicola Loira ed il parroco della chiesa di San Giorgio Martire don Ermanno Michetti fanno il punto sullo stato di salute della chiesa simbolo della città. A seguito dei recenti eventi sismici l’architetto Francesco Nunzi, incaricato dalla parrocchia di San Giorgio Martire, e l’ingegnere del Comune Stefano Sisi, hanno effettuato lo scorso mercoledì 23 novembre  un nuovo sopralluogo nella chiesa di San Giorgio Martire.

“Pur non essendo stati rilevati cedimenti o deformazioni del piano superficiale della soffittatura tali da far presupporre cedimenti delle parti strutturali di sostegno della camorcanna – spiegano i tecnici – è stata confermata la presenza di diffuse microfissurazioni che potrebbero determinare il distacco di piccole porzioni di gesso sulle zone sottostanti. Si è quindi consigliato di provvedere ad una indagine di dettaglio al fine di valutare l’effettiva possibilità di distacco attraverso una verifica delle profondità delle cavillature e delle lesioni. Verifica che è stata già richiesta dal Comune di Porto San Giorgio ai tecnici della Protezione civile regionale”.
Per quanto concerne i locali annessi alla struttura della chiesa e in uso all’associazione Agesci, non sono stati ravvisati segni di danneggiamento sia alle parti principali che secondarie, nonché agli elementi non strutturali. In conclusione, i tecnici hanno consigliato la chiusura al pubblico dei locali di culto della chiesa di San Giorgio Martire, in attesa delle già richieste ulteriori valutazioni.
“Si auspica che detti controlli avvengano nel più breve tempo possibile – spiegano sindaco e parroco –  pur considerando che detto personale specializzato è impegnato in altre operazioni nei territori limitrofi (entroterra fermano, Province di Ascoli e Macerata)”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X