facebook twitter rss

Il sisma taglia le gambe
anche alle “mattinate Fai”

FERMO - Dalla delegazione fermana: "Il 2016, dunque, vedrà la partecipazione al progetto solo della scuola media di Sant’Elpidio a Mare, i cui alunni di terza, illustreranno il prossimo 3 dicembre la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, miracolosamente uscita incolume dai danni del sisma"
Print Friendly, PDF & Email

mattinate-fai-2015

Il violento e reiterato evento sismico che si è recentemente abbattuto nel territorio marchigiano ha colpito quasi tutto il patrimonio artistico, costringendo alla chiusura di tantissimi beni culturali. Per questo motivo il tipico evento autunnale organizzato dal Fondo Ambiente Italiano, le “Mattinate Fai” per le scuole, che sempre tanto successo ha raccolto negli anni precedenti coinvolgendo un grande numero di scuole di tutta la provincia (Falerone, Montegiorgio, Servigliano, Capodarco, Massa Fermana, Torre di Palme, Monte Urano e tutte gli istituti di Fermo), sarà interrotto.
“Una grossa perdita – fanno sapere dalla delegazione Fai di Fermo – per il territorio fermano che quest’anno resterà orfano del progetto nazionale promosso dal Fai con l’intento di far scoprire ai giovani studenti italiani il patrimonio storico artistico delle loro città, accompagnati e guidati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni®, appositamente preparati dai volontari Fai e dai loro docenti.
Il 2016, dunque, vedrà solo la partecipazione della scuola media di Sant’Elpidio a Mare, i cui alunni di terza, illustreranno il prossimo 3 dicembre la Chiesa di  Santa Maria degli Angeli, miracolosamente uscita incolume dai danni del sisma, agli alunni della scuola elementare della città guidati dalla professoressa Bernardina Rossi, sempre entusiasta del valore educativo dell’iniziativa messa in campo dalla delegazione di Fermo”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X