facebook twitter rss

Presepe vivente e teatro:
gli ingredienti dell’inverno altidonese

ALTIDONA - Il centro storico tornerà indietro nel tempo i giorni di Natale e Santo Stefano con il tradizionale presepe vivente, giunto alla 26esima edizione, i cui proventi verranno destinati ai terremotati
Print Friendly, PDF & Email

pro-loco-altidonadi Alessandro Giacopetti

L’appuntamento principale della stagione invernale ad Altidona è il presepe vivente che si svolgerà il 25 e 26 dicembre nel centro storico, ma gli appuntamenti della stagione invernale sono già iniziati e proseguiranno nel fine settimana.
Sabato 3 e domenica 4 dicembre scorsi al teatro comunale la compagna Tutta Scena ha presentato lo spettacolo “Le senti le farfalle?”, mentre sabato 10 dicembre alla stessa ora, la sala Joyce Lussu di Marina di Altidona ospiterà la tombolata di Natale dell’associazione Quartiere degli artisti.
Domenica 11 dicembre la compagnia Elianto di Lapedona porterà in scena al teatro comunale lo spettacolo dialettale “Comme lu sole”. Commedia in tre atti scritta da Dante Cecchi, importante storico e autore marchigiani oggi scomparso. Ambientata nel mondo rurale di inizio secolo, narra le vicissitudini di una famiglia contadina intenzionata a combinare il matrimonio della figlia, in cerca di prestigio e benessere sociale. Ciò innescherà una serie di intrecci e malintesi grotteschi, mescolati alla forza dell’amore.
Il 18 dicembre a Marina di Altidona si svolgerà il tradizionale pranzo sociale della Croce Verde Valdaso, che ha sede proprio ad Altidona, abbinato alla vendita di piante natalizie il cui ricavato andrò in beneficenza.
Il centro storico della cittadina valdasina tornerà indietro nel tempo il giorno di Natale e a Santo Stefano con il tradizionale presepe vivente, giunto alla 26esima edizione, le cui riunioni organizzative si sono svolte il 3 e il 16 novembre. “Nella scorsa edizione si contavano circa 70 figuranti – spiega Sandro Tempestilli, presidente della Pro Loco di Altidona – all’interno di una manifestazione che coinvolge vari gruppi del paese, ciascuno con una postazione: ad esempio i soci donatori dell’Avis Altidona, il gruppo della parrocchia, quello che partecipa al carnevale, fino ai gruppi spontanei di cittadini dei vari quartieri. La novità del Natale 2016 riguarda il percorso – prosegue Tempestilli – che sarà al contrario rispetto alle ultime edizioni: si partirà, quindi, dalla piazza antistante il Comune e si arriverà fino a piazza Battisti, presso il belvedere, dove verrà allestita la capanna della natività”. Un presepe vivente allestito il 25 e 26 dicembre. Attraversando il corso, le piazze e le vie attigue si potranno, quindi, visitare delle stanze allestite a tema, come ad esempio quelle di antichi mestieri quali il falegname e il fabbro. “Un presepe solidale – aggiunge il presidente della Pro Loco di Altidona – in quanto l’ingresso sarà libero ma si accetteranno offerte che verranno poi devolute ai terremotati. Per quanto riguarda il futuro della Pro Loco, l’obiettivo è proseguire nel cammino percorso negli ultimi anni: facciamo parte dell’Associazione Polentari d’Italia e vogliamo far crescere la sagra che si svolge il primo fine settimana di agosto, e far conoscere e valorizzare Altidona”.
La conclusione del programma invernale altidonese sarà il 6 gennaio con le befane portate in centro storico dalla Pro Loco a partire dalle 16 con regali per i più piccoli, dolci e spettacoli di artisti di strada. Il prossimo impegno per la Pro Loco, in collaborazione con il Comune ed altri gruppi, sarà quello del carnevale, giunto alla quarta edizione. Hanno partecipato 350 persone, divise in 10 gruppi mascherati,  a quella di quest’anno, a conferma della crescita di un appuntamento che si apre anche alla collaborazione con il vicino Campofilone. Nella prima edizione, infatti, c’erano 200 persone. La seconda edizione ha poi visto una sinergia con Pedaso, mentre l’anno scorso la collaborazione ha riguardato Campofilone, con cui si sta mettendo a punto la collaborazione anche per il carnevale 2017.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti