facebook twitter rss

Concerto del quartetto delle Marche nell’ex stabilimento Tinnea

MONTEFORTINO - La musica a supporto psicologico delle popolazioni traumatizzate dal sisma col progetto promosso da ASUR Marche e MarcheConcerti, insieme a Regione Marche
Print Friendly, PDF & Email

Farsi forza tutti insieme e che nessuno si senta lasciato solo. È la richiesta delle popolazioni e delle amministrazioni dei luoghi maggiormente colpiti dalle recenti catastrofi. “Credo che iniziative come queste siano importantissime, ringrazio per essere stati inseriti in questo progetto”, ha affermato Maurizio Petrocchi, consigliere comunale di Montefortino, dove domenica 18 dicembre alle 18.30 il Quartetto delle Marche si esibisce per Musica per le città ferite.

“In prossimità delle feste credo sia ancora più necessario e doveroso essere vicino alle nostre comunità. Eventi come questo servono a riaccendere lo spirito natalizio, della solidarietà e fratellanza, a far sì che nessun cittadino non si senta mai lasciato solo. Con la musica si vuole fare proprio questo: rallegrare gli animi e farsi forza unitamente”, ha concluso Petrocchi.

“La catastrofe”, nelle parole di Massimo Mari, psichiatra dell’Area Vasta 2 ASUR incaricato dalla Regione Marche come coordinatore dell’ascolto psicologico nelle tendopoli, “regala scenari drammatici all’esplicazione dell’arte. Ringraziamo queste popolazioni dello sforzo di riumanizzazione sociale che ci permettono di compiere”.

Musica per le città ferite è un progetto ideato dal dottor Mari e da Andrea Trettaccone, consigliere dell’associazione musicale Appassionata, che è anche associazione di promozione sociale e parte di MarcheConcerti, che racconta: “Noi offriamo musica, in questo progetto nessun genere è escluso. Nei tre concerti di musica per le città ferite abbiamo inserito proposte che vanno da Mozart ai Coldplay, da Haydn a Justin Bieber. Ingresso libero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti