facebook twitter rss

Le stelle delle discipline Coni premiate al merito sportivo

LA KERMESSE - Istituzioni civili, religiose e soprattutto riconducibili a tutti i livelli del Comitato Olimpico Nazionale Italiano hanno reso tributo a dirigenti, allenatori ed atleti distinti a cavallo degli anni correnti nelle più disparate attività ludiche
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – La Sala dei Musei dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “Montani” ha ospitato nel pomeriggio la Festa dello Sport organizzata dal Coni per rendere omaggio ad educatori, manager, atleti, dirigenti e persino giocatori paralimpici, figure cioè di tutte le età e con compiti diversi ma che alla stessa stregua si spendono per organizzare, insegnare e praticare sport.

Al lato dei veri protagonisti della kermesse, presentati dalla nostra Silvia Remoli, con un passato sulle piste di atletica poiché tesserata con la Società Atletica Fermo, sono intervenute molte autorità civili e riconducibili al Coni su scala regionale e locale. Ecco quindi i sindaci di Fermo e Porto San Giorgio, rispettivamente Paolo Calcinaro e Nicola Loira nonché i relativi assessori allo sport, Alberto Maria Scarfini e Valerio Vesprini. Per l’ente promotore dell’appuntamento non sono mancati il presidente regionale Germano Peschini, il componente della medesima giunta Fabio Sturani e, per fare gli onori di casa, il delegato Coni provinciale Vincenzo Garino. A sottolineare la cura e l’impegno speso nelle stanze dei bottoni anconetane Sturani ha dichiarato ai presenti che, entro il prossimo anno solare, Senigallia sarà la sede delle premiazioni di tutti gli sportivi che si sono distinti niente meno che su scala nazionale. C’è stato poi il saluto del Monsignor Don Mario Lusek, cappellano olimpico che ha tracciato un profilo dello sport inteso come filosofia di vita.

A seguire il momento clou del pomeriggio fermano, vale a dire le premiazioni di coloro i quali si sono spesi nelle attività sportive riscontrando risultati di spicco.

Per la categoria “Stelle al Merito”, elargiti dal Coni nazionali per l’anno 2015, è stato premiato con l’oro Gianfranco Poggi per la pallacanestro su carrozzina di Porto San Giorgio, ed assegnati due bronzi al rugby Fermo, precisamente a Gaudenzio Santarelli ed alla stessa società Amatori Rugby 1935. Nelle medaglie al valore atletico si registra il bronzo ad Alberto Camerlengo per la motonautica di Montegranaro.

Per il “Trofeo Coni”, assegnati dal Coni Marche 2016, ecco la pergamena a Martina Cuccù dell’Atletica Sangiorgese la targa nel calcio indirizzata alla società AFC Fermo ed ai rispettivi tesserati, tra cui Matteo Del Rosso, Mattia Germano, Alberto Imperato, Enio Kapllani, Paolo Paolini e Diego Vallasciani.

Il premio “Terzo Censi” per l’atleta esemplare del 2016 è andato a Giorgio Olivieri, dell’Atletica Porto San Giorgio. A seguire, gli omaggi del Coni  Fermo 2015 donati, sotto forma di targhe, ai dirigenti Luciano Romanella della pugilato Fermo, Gaetano Gazzoli nel ciclismo di Capodarco, Luciano Corchia per il tennis di Fermo e Carlo Valeriani nella pallavolo di Grottazzolina. Targa dello stesso pregio assegnata ai tecnici Robertais Del Moro dell’Atletica Sangiorgese, che si è soffermato a sensibilizzare i presenti sul tema del doping  e ad Adriana Rita Sacripanti della Ginnastica Fermo. Per gli atleti, sono stati premiati alla stessa stregua Carlo Iommi e Antonio Costantini della vela di Porto San Giorgio, Roberta Sensacqua per l’automobilismo di Belmonte Piceno, Matteo Levantesi della ginnastica di Porto San Giorgio, Maria Bertola per il sumo di Porto San Giorgio, Nicola Marchioni e Ludovica Nivella nella danza sportiva di Montegranaro, Massimo Matoffi per il tiro a segno di Montegiorgio, Valeriano Vitellozzi e Roberto Perfini nelle discipline tradizionali di Sant’Elpidio a Mare.

Pergamene per gli atleti Carlo Macchini e Paolo Ottavi della ginnastica Fermo, Roberto Cruciani, Leonardo Lupi e Paolo Properzi del tiro a segno di Montegiorgio, società che da stasera può mettere in bacheca l’attestato per il tecnico Roberto Marinangeli. Premio speciale per la longevità andato alla società, con ben settant’anni di attività in curriculum,  Saf Atletica Fermo.

Paolo Gaudenzi

Fotogallery

 

 

AFC Fermo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti