facebook twitter rss

A lezione di civismo da Calcinaro:
gli alunni della Da Vinci-Ungaretti
incontrano il sindaco

FERMO - L’intervista di mercoledì scorso al primo cittadino rientra in un progetto che alcune classi stanno portando avanti e che ruota intorno al concetto di “partecipazione”
Print Friendly, PDF & Email

Alla “Da Vinci-Ungaretti” un insegnante speciale per un giorno: il sindaco Calcinaro. Mercoledi scorso alcune classi della scuola secondaria di primo grado “Da Vinci-Ungaretti” di Fermo hanno avuto, per un giorno, un insegnante speciale, il sindaco Calcinaro, che, nonostante il momento molto impegnativo dovuto all’emergenza sisma, non ha voluto rinunciare a passare qualche ora in compagnia degli alunni della scuola, un’occasione, come lo stesso sindaco ha sottolineato, per sorridere in un momento così difficile. Il sindaco ha accolto con entusiasmo la richiesta dell’inconsueta intervista e per un giorno è tornato tra i banchi di scuola ed è stato amichevolmente bersagliato dalle domande dei ragazzi, curiosi di scoprire ruolo, funzioni, diritti e doveri del primo cittadino e di tutta l’amministrazione comunale. L’intervista al primo cittadino rientra in un progetto che alcune classi stanno portando avanti e che ruota intorno al concetto di “partecipazione”, termine che, attraverso un percorso articolato in varie fasi, si riempie di significati, di attività, di esperienze pratiche volte a far sperimentare direttamente ai ragazzi l’importanza del partecipare in modo attivo alla vita della comunità a cui appartengono, capire come funziona, quali sono i compiti e le funzioni delle figure istituzionali di riferimento, interessarsi dei problemi, studiare e
proporre idee per risolverli. “Tra le priorità dell’Isc Da Vinci-Ungaretti ci sono indubbiamente lo sviluppo delle competenze di costituzione e cittadinanza, promuovendo una cittadinanza attiva nei ragazzi, ed il perseguire i principi della costituzione, della legalità e della cultura, in modo da favorire lo sviluppo integrale ed armonico della
persona – ha sottolineato la dirigente scolastica Corallini – ringrazio il Sindaco per aver accolto il nostro invito, dimostrando ancora una volta la sua attenzione e disponibilità nei confronti del nostro Isc e delle nuove generazioni che saranno il futuro di Fermo”. I ragazzi, attenti, curiosi ed interessati, hanno rivolto molte domande al sindaco, sia di natura amministrativa che personale. Oltre alle funzioni del Comune, alle responsabilità ed ai compiti del primo cittadino, sono stati trattati temi anche di grande attualità come quello dell’immigrazione e dei “richiedenti asilo”, le domande poste dai giovani “giornalisti in erba” hanno permesso di approfondire anche questo tema e di far conoscere ai ragazzi come la loro città sia una città accogliente che lavora per una reale integrazione, con la collaborazione di tutti i fermani.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti