facebook twitter rss

Nuovi armadietti grazie al crowdfunding, la scuola media Betti invade la rete

Print Friendly, PDF & Email

Il progetto crowdfounding arriva a Fermo, nella scuola media statale Ugo Betti. Ieri la presentazione ufficiale nei nuovi locali che ospitano la scuola da dopo il sisma, ovvero il polo scolastico di Via Marsala. un momento al quale hanno preso parte anche il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro e l’assessore ai Lavori Pubblici Ingrid Luciani. In particolare sono cinque le sezioni interessate dall’iniziativa, per un totale di centoquattordici ragazzi.

Tale progetto ha lo scopo di raccogliere i fondi necessari per l’acquisto di armadietti utili per migliorare l’organizzazione scolastica. Un’idea nata dal presidente del consiglio d’istituto Dario Grandoni, subito condivida dalla dirigente Anna Maria Isidori, con l’appoggio delle insegnanti Alice De Simone e Lucia Felicetti. A seguire la comunicazione dell’intero progetto Silvia Concetti. Obiettivo: reperire i fondi per acquistare nuovi armadietti per gli studenti della scuola media fermana. dove poter depositare libri ed altro materiale didattico da non dover caricare ogni volta sugli zaini. Idea partita prima che la scuola venisse lesionata dal sisma e che, dopo il trasferimento nella nuova sede, si è rafforzata ancora di più.

La piattaforma che permetterà agli studenti di raccogliere le donazioni è Eppela.com e presto il progetto, illustrato nei minimi dettagli con tanto di video, sarà attivo e partirà la raccolta fondi globale, sfruttando le opportunità offerte da internet.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti