facebook twitter rss

Un nuovo inizio per la Provincia:
passaggio di testimone tra Perugini e Canigola

FERMO – Insediata la nuova presidente che ha ringraziato sindaci, dipendenti, vecchi e nuovi consiglieri invitando tutti a lavorare insieme per dare risposte immediate ai cittadini
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

È visibilmente emozionata, Moira Canigola. Il suo primo giorno da presidente della Provincia di Fermo – “un nuovo inizio”, lo definisce – è di quelli che restano dentro. E da vivere non come un mero traguardo politico, ma come una nuova responsabilità nei confronti dei cittadini, ai quali “sarò tenuta a dare risposte immediate”.

Con lei, oltre ai neo eletti consiglieri provinciali, anche la persona che per un anno e mezzo ha ricoperto quel ruolo e che da oggi la affiancherà in sede di Consiglio. “È stato un periodo molto difficile – ha rimarcato Aronne Perugini – e di trasformazione, con il passaggio delle funzioni non fondamentali in Regione e diversi contenziosi da risolvere. È stata dura anche da un punto di vista finanziario, con tagli difficili da contenere. Ma, anche in questo, siamo riusciti nel nostro intento. Poi abbiamo avuto i terremoti e un’alluvione, oltre alla ribalta nazionale per l’omicidio di Emmanuel. Ma questo ente ha dimostrato di essere vivo, di essere presente e soprattutto una risorsa per il territorio. Con l’Assemblea dei sindaci abbiamo lavorato proficuamente, approvando due bilanci all’unanimità. Mai abbiamo avuto contrapposizioni tra maggioranza e opposizione, e di questo ringrazio i sindaci e tutti i consiglieri provinciali uscenti. Tutti hanno dato il loro contributo, in maniera gratuita e disinteressata per il solo bene del territorio”.

Da Perugini anche un sentito ringraziamento a tutti i dipendenti provinciali. “Penso a chi se ne è andato e chi è rimasto: qui ci sono professionalità importanti, che vanno preservate per l’intero territorio provinciale. Tutti hanno dimostrato attaccamento a questa istituzione, con il terremoto ho addirittura visto dipendenti venire spontaneamente alla SOI per dare una mano. Questo è un elemento fondamentale per andare avanti”.

Un’esperienza importante, che lo ha arricchito non solo da un punto di vista amministrativo ma anche umano. “Ho conosciuto tantissime persone che mi hanno dato un vero contributo, facendomi maturare molto. L’augurio a Moira è che questo periodo che abbiamo di fronte sia più tranquillo, da un punto di vista istituzionale, finanziario e degli accadimenti. Ed un augurio a tutti i neo eletti, con l’auspicio che si possa lavorare tutti insieme”.

Poi il momento più atteso: il discorso della neo eletto presidente, che ha aperto salutando i tanti sindaci presenti (“A voi tutti dico grazie per la fiducia che mi avete concesso”), i dipendenti ed in particolare la stampa per “aver raccontato la fase elettorale in maniera costruttiva e senza alimentare polemiche”.

Questo è un ente che continua ad avere funzioni importanti – ha affermato la Canigola – e che a mio avviso non è stato messo all’angolo ma, anzi, ha responsabilità come ambiente e scuola che sono alla base dello sviluppo. Una Provincia che ha sempre mantenuto dritta la barra e che mi sento di poter portare avanti, in continuità con l’azione di Cesetti prima e Perugini poi”.

E torna su quella dimensione che le è più cara: la Provincia come casa dei Comuni. “Questo è un posto dove poter progettare, programmare e coordinare l’attività di un territorio. Quindi, i dipendenti hanno un ruolo molto importante, sia per la motivazione che per il loro livello di spinta ed aiuto nei confronti di chi amministra”.

Ai neo eletti consiglieri ha chiesto di lavorare in sintonia, per raggiungere gli obiettivi prefissi e che la comunità attende di vedere concretizzati. “Questa elezione è un risultato importante, che ha fatto crescere ancora di più il mio senso di responsabilità nei confronti di tutti gli amministratori. Ho al mio fianco persone veramente valide, motivate ed intenzionate a svolgere un buon lavoro che, ne sono certa, sarà unitario e concorde. Spero, infine, che questo periodo sia veramente migliore e positivo per tutti. Vi faccio, quindi, i miei auguri per un felice Natale e per un buon 2017. Adesso, però rimbocchiamoci le maniche e iniziamo a lavorare”.

Tra i consiglieri eletti anche Cristian Falzolgher e Gionata Borraccini, rappresentanti dell’attuale maggioranza del capoluogo. “Con questo nuovo ruolo, andremo a rappresentare le istanze non soltanto di Fermo ma di tutta la provincia. Vogliamo ringraziare la nostra maggioranza, che ci ha sostenuto in maniera compatta così come ha fatto per la presidente Canigola. Ci sarà molto da fare e tra le urgenze che metteremo subito sul tavolo la questione del Liceo Classico avrà la priorità”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti