facebook twitter rss

Tiemme, il 2016 si chiude con
una sconfitta domestica

SERIE D - Il Basket Club San Benedetto e una direzione di gara discutibile sono stati gli ingredienti dell'ultimo stop interno
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Si chiude con un’amarissima sconfitta il 2016 del Basket Fermo. Nella gara che sancisce la fine del girone di andata, i ragazzi di Marilungo cedono l’intera posta al Basket Club San Benedetto. In una serata in cui non si salva pressoché nulla, non fa eccezione la direzione di gara, totalmente inadeguata secondo i fermani, da parte della coppia arbitrale designata per l’occasione: i rapporti di parentela con un giocatore sambenedettese avrebbero forse consigliato una maggiore prudenza nella scelta da parte della Federazione; i fischi pressoché a senso unico (in ben due quarti, si sono contati 8/9 fischi a 0, salvo aggiustamenti dei 2 minuti finali) hanno poi ulteriormente indispettito squadra e pubblico di casa.

IL TABELLINO

TIEMME BASKET FERMO 51: Venditti 6, Poggi 8, Di Giandomenico 2, Ambrogi, Ballo 9, Luciani 4, Antinori 3, Cappelletti 2, Ceregioli 6, Tomassini 9, Di Antonio 2, Sabbatini.  All: Marilungo, Vice Valentini

BASKET CLUB SAN BENEDETTO 65: Alfonsi, Roncarolo 14, Celia ne, Falcioni ne, Quercia 13, Coccia, Ricci 7, Centonza 11, Di Silvestro 7, De Angelis 3, Antonini 10. All: Romano, Vice All. Micucci

PARZIALI: 11 – 24; 23 – 35; 35 – 44

LA CRONACA

Il fattore arbitrale non valga come alibi per una prestazione comunque deficitaria da parte dei gialloblù. I locali, che devono rinunciare ancora ad Amelio infortunato, tengono botta per metà del primo quarto, ma subiscono un parziale ospite di 16-4 che, dal 7-8 al 5′, porta i sambenedettesi a chiudere la frazione avanti per 11-24. Un vantaggio che la squadra di Marilungo non sarà in grado di colmare nei successivi 30′.

In avvio di secondo quarto, i padroni di casa piazzano un break iniziale che li riavvicina fino al 23-28 di metà frazione. Purtroppo è solo un fuoco di paglia, perché gli ospiti allungano di nuovo fino alla sirena dell’intervallo lungo che li vede condurre 23-35.

Al rientro in campo, la partita prosegue punto a punto. Dopo 3 minuti coach Marilungo è costretto a richiamare in panchina Venditti giunto al quarto fallo. In assenza dell’apporto sotto le plance del capitano, i fermani riescono ad accorciare grazie alle soluzioni dai 6,75 di Tomassini e Antinori e chiudono il tempo sotto di 9 sul 35-44.

In avvio di ultimo quarto, i padroni di casa sembrano in grado di completare la laboriosa rimonta: un’altra bomba di Tomassini riporta la squadra a -6 sul 42-48, ma sul più bello i due fischietti ascolani decidono di ergersi a protagonisti della serata. Il quinto fallo fischiato a Venditti (decisione discutibile che sanziona la più pulita delle stoppate) priva i locali di una risorsa fondamentale e nel contempo innervosisce la squadra che nei minuti successivi si perde in proteste e lascia scappare via gli ospiti. Il finale dice così 51-65 in favore degli ospiti rivieraschi.

La sosta natalizia giunge a pennello sia per recuperare gli infortunati, sia per ritrovare quella serenità mentale che è stata la forza dell’avvio di campionato. I ragazzi hanno il sostegno di pubblico e società: nella serata di festa natalizia del Basket Fermo, pur seguita ad una cocente sconfitta, grandi applausi alla prima squadra nonché un metaforico abbraccio collettivo, viatico per un’inversione di tendenza da innescare con l’imminente arrivo del 2017.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti