facebook twitter rss

Fermana, gli auguri
del presidente Simoni

SERIE D - "Essere campioni d’inverno è un titolo onorifico. Dall’8 gennaio si inizia una nuova fase, da affrontare con la massima umiltà, concentrazione e voglia di vincere"
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Fermana, Umberto Simoni

Alla vigilia del Santo Natale, arrivano gli auguri del presidente canarino Umberto Simoni, raggiante per il raggiungimento del primo posto in graduatoria ma, allo stesso tempo, consapevole delle difficoltà da affrontare e superare per mantenerlo tale sino alla resa dei conti.

“Sono molto felice ed orgoglioso di essere il Presidente della Fermana – l’esordio del numero uno societario – Il regalo più grande ricevuto quest’anno è stato quello che mi ha fatto la squadra canarina guidata da mister Destro, che ci ha premiato tutti con il primo posto in classifica nel girone di andata. Certo, essere “campioni d’inverno” è un titolo onorifico fine a se stesso, ma è sempre meglio averlo che non averlo. Per questo bellissimo riconoscimento mi sento di ringraziare oltre alla squadra, il tecnico con il suo Staff, ma anche tutti coloro che lavorano per la società, i tifosi, l’associazione Solo Fermana, la curva Duomo, l’amministrazione comunale (con il Sindaco Calcinaro e l’Assessore allo Sport Scarfini su tutti) e gli appassionati dei nostri colori, che ci sono sempre vicini.
Dobbiamo rimanere con i piedi per terra perché adesso per tutti gli avversari la Fermana è diventata la squadra da battere, quindi dall’8 di gennaio si inizia una nuova fase, da affrontare con la massima umiltà, concentrazione e voglia di vincere. Alla ripresa torneremo in campo contro il San Nicolò, compagine molto forte: per questo appuntamento così importante ci aspettiamo una grande cornice di pubblico, con tanti ragazzi e agevolazioni su tutti i biglietti allo stadio. Questo perché dovremo essere in molti a trasmettere forza e affetto ai nostri ragazzi gridando con il cuore “Forza Fermana”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti