facebook twitter rss

Coppa Marche amara per la
Juniores della Nuova Juventina

CALCIO A 5 - I bianconeri fermani escono ai quarti di finale contro il Corinaldo, sconfitti per 2 a 1 in coda alla partita
Print Friendly, PDF & Email

Marco Grasselli, pivot della Nuova Juventina, durante una seduta di allenamento nella palestra di Montegranaro ripreso in posa goliardica

PORTO SAN GIORGIO – Coppa Marche amara per gli ambasciatori del Fermano (leggi l’articolo). Nel raggruppamento maschile della categoria Juniores la Nuova Juventina di Montegranaro è uscita ai quarti di finale al cospetto del Corinaldo. Match partito con il marchio dei dorici, ma i veregrensi ci hanno messo poco a prendere le misure dei coetanei dirimpettai per replicare fino al pareggio e sfiorare la vittoria agli sgoccioli del tempo regolamentare, momento di gara fatale ai bianconeri perché valso il raddoppio avversario e l’automatica eliminazione dalla competizione. A siglare la rete del momentaneo pari, nonché ad avvicinarsi alla seconda marcatura, ecco Marco Grasselli. Il giovane pivot, classe 1998, si divide nel doppio impegno di campionato tra la prima squadra inserita con profitto nel circuito over della Serie D provinciale e, per quanto affermato, la selezione Juniores regionale.

Grasselli, un avvio nel segno altrui poi sul parquet del Pala Savelli sono venute fuori la vostra difesa impenetrabile e le pungenti ripartenze verso il bersaglio del Corinaldo. Cosa è mancato però per superare il turno?

“Ci è mancata la giuste dose di fisicità, siamo arrivati a fine match con meno brillantezza da spendere rispetto al Corinaldo. Dal punto di vista tecnico e tattico credo invece sia stato l’opposto, con una nostra, seppur leggera, supremazia da questi punti di vista. Chiaramente abbiamo sprecato troppo, quindi l’averli saputi fermare per speculare di conseguenza sui loro punti deboli è stato purtroppo vano”.

Che emozione ha provato nel realizzare il gol del pareggio? Quanto fa male invece il non aver capitalizzato la palla a poco dal triplice fischio con la gara ancora in bilico?

“La rete del pari, oltre a farmi piacere, mi e ci ha fatto riconquistare fiducia. Sino a quel punto c’era una leggera inerzia a favore degli avversari. Dal gol siamo invece ripartiti più sicuri nei nostri mezzi, io ed i miei compagni. Chiaramente fa male e non poco aver mancato l’occasione a ridosso dalla fine, probabilmente sarebbe stato il gol vittoria visto che, sul capovolgimento di fronte, loro hanno realizzato il decisivo 2 – 1 ed abbiamo giocato poi per altri trenta secondi. Su quella palla sono scivolato, complice anche, come detto in apertura, una condizione atletica che stava perdendo lo smalto in virtù degli ultimi accesi minuti di battaglia sportiva”.

State comunque disputando una stagione maiuscola, coincidente con le ottime prestazioni nel girone di campionato. Quali sono i vostri obiettivi nel circuito regionale?

“Certamente vogliamo arrivare sino in fondo. Il fatto di aver disputato le fasi finali della Coppa Marche è la dimostrazione che stiamo andando bene. La strada per mantenere la vetta da qui al termine dei giochi sarà piena di ostacoli, perché nel nostro raggruppamento ci sono squadre e singoli di valore. Affronteremo una partita alla volta, cercando di massimizzare i risultati”.

Paolo Gaudenzi

Fotogallery

La concentrazione della Juniores nello spogliatoio, prima della gara contro Corinaldo

La Nuova Juventina in campo al Pala Savelli nel tipico assetto tattico a rombo

Tutta la delusione dell’immediato post partita. Il presidente Augusto Brasili consola i ragazzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti