facebook twitter rss

XL Extralight, vittoria e
titolo di Campione d’inverno

SERIE B - La Poderosa schianta in casa la Quarta Caffè Monteroni per 92 - 55 e con una giornata d'anticipo sulla fine del girone di andata acquisisce il simbolico primato di metà campionato
Print Friendly, PDF & Email

La guardia gialloblù Di Viccaro

MONTEGRANARO – La XL Extralight ricomincia come aveva finito il 2016, vincendo. Ed è un successo che pesa quello sulla Quarta Caffè Monteroni, il 13° consecutivo: per la Poderosa, infatti, significa titolo di Campione d’inverno con una giornata di anticipo. Nonostante l’assenza di Rivali, ai veregrensi basta un filo di acceleratore per portare a casa l’intera posta contro una Monteroni che, a sua volta, si presentava a Montegranaro senza Ingrosso e i giovani Morciano e Leggio.

IL TABELLINO

XL EXTRALIGHT PODEROSA MONTEGRANARO 92: Dip 6, Capancioni 2, Paesano 9, Marzullo 12, Bedetti 14, Broglia 4, Callara 11, Di Viccaro 20, Gueye 6, Diomede 8. All.: Ceccarelli.

QUARTA CAFFE’ MONTERONI 55: L. Calasso 2, Paiano 6, Lud. Quarta, Mavric 4, Balic 7, Leucci 14, Luc. Quarta, G. Calasso, Martina 6, Zanotti 16. All.: Dima.

ARBITRI: Bartolini di Fano e Grappasonno di Lanciano

PARZIALI: 29 – 16, 20 – 10, 17 – 19, 26 – 10

LA CRONACA

Non c’è praticamente mai partita alla Bombonera, con la Poderosa che schizza subito oltre la doppia cifra di vantaggio guidata dalle triple di un infuocato Di Viccaro: ben quattro i canestri pesanti della guardia gialloblù nei primi 5’ del match, quelli nei quali i padroni di casa balzano subito a +13 (25 – 12 al 6’). Monteroni prova a mischiare le carte con pressing e zona 2 – 3 e almeno i leccesi riescono a tamponare le perdite, ma la disparità di valori in campo è davvero troppo elevata.

Coach Ceccarelli può permettersi esperimenti anche piuttosto estremi, con Broglia per qualche azione nel ruolo di portatore di palla e ampio spazio sin dal primo quarto per i giovani Marzullo, Callara e Capancioni (all’esordio assoluto), e così la Quarta Caffè si tiene aggrappata al match senza però mai riuscire a tornare veramente a contatto. Il vantaggio della capolista lievita oltre i venti punti sul finire del secondo periodo e la ripresa, di fatto, diventa una pura formalità. Esce ancora una volta tra gli applausi la squadra del presidente Bigioni, che però ora è attesa da due match di fuoco: prima la trasferta di domenica a Matera, poi il match casalingo contro Bisceglie.

LE DICHIARAZIONI

“I più vivi complimenti alla squadra perché è stata brava ad approcciare la partita nel migliore dei modi – le dichiarazioni di coach Ceccarelli – Siamo andati sul pezzo subito e ci siamo rimasti fino alla fine. E in questo tipo di partite non è sempre facile. A loro mancava Ingrosso, una pedina molto importante per il loro gioco, mentre noi speriamo di recuperare Rivali per Matera. La sensazione, che Rivali ci sia o meno, è che questa squadra sia comunque pronta per andare al PalaSassi a fare quella che, anche alla luce del successo di stasera dell’Olimpia a San Severo, dovrà essere una vera impresa. Andare ora a Matera senza Rivali e vincere sarebbe una prova di forza che la squadra ha voglia di dare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti