facebook twitter rss

Il Montani al Quirinale e a palazzo Chigi per il giorno della Memoria: incontro con il Ministro Fedeli

Print Friendly, PDF & Email

 

Una delegazione dello storico Istituto Tecnico Tecnologico G. e M. Montani invitata al Quirinale per il Giorno della Memoria e poi a Palazzo Chigi per una visita istituzionale.
La Dirigente Scolastica, Margherita Bonanni, la Direttrice dei Servizi Generali e Amministrativi, il collaboratore della Dirigente, Emiliano Giorgi, la docente Teresa Cecchi, il responsabile dei progetti, Daniele Trasatti e il direttore dell’Uffico Tecnico, Cesare Perticari, sono stati invitati insieme alla delegazione dell’Associazione Ex-allievi guidata da Stefano Luzi alla cerimonia del Giorno della Memoria alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e delle massime Autorità dello Stato.
L’invito ha rappresentato un importante riconoscimento del Montani come scuola di riferimento per best practice e della validità del suo modello educativo che da 163 anni prepara diplomati contesi dalle aziende, anche in questo periodo di crisi, oltre che studenti universitari di successo, imprenditori, ricercatori. Riconosciuta soprattutto a livello nazionale la capacità di promuovere eccellenze in situazioni di pari opportunità partendo da studentesse e studenti di diversi livelli socio-culturali.
Dopo la toccante cerimonia, con testimonianze, filmati, musica e una relazione di profonda cultura e umanità del Presidente Mattarella: “La realtà dei campi di sterminio va oltre l’umana comprensione e oltre i limiti delle possibilità di espressione”, la delegazione ha avuto un breve ma significativo incontro con la Ministra del MIUR, Valeria Fedeli.  La visita è proseguita a Palazzo Chigi dove dopo gli incontri istituzionali, in cui è stata ribadito l’apprezzamento per tutte le iniziative dell’Istituto Montani, all’ultimo piano dell’edificio tutti hanno ammirato il panorama straordinario di una Roma illuminata dal sole.
La Giornata della Memoria, istituita nel 2005, per non dimenticare il dramma della Shoah e degli altri genocidi nazisti, la cui data coincide con l’ingresso ad Auschwitz delle truppe sovietiche che mostrarono al mondo, per la prima volta, l’orrore della ‘Soluzione finale’ voluta da Hitler e dai suoi gerarchi per liberarsi, una volta per tutte, della ‘questione ebraica’, è stata celebrata anche nell’Aula Magna del Montani e coordinata dal prof. Paolo Giunta La Spada e dalla prof.ssa Carla De Benedictis.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti