facebook twitter rss

Icubed senza sforzo
sull’Aesis Jesi

SERIE C SILVER - Pronostico rispettato, con Lupetti e compagni ad avere ragione tra le mura amiche del fanalino di coda del girone
Print Friendly, PDF & Email

PEDASO – Tutto facile per l’Icubed contro l’Aesis Jesi, fanalino di coda del torneo. La squadra di Camarri ha portato a casa un agevole successo, completando così alla grande il mini ciclo da tre partite in sette giorni e mantenendo la propria imbattibilità nel 2017: sono quattro i trionfi di fila nel nuovo anno, la miglior striscia positiva della stagione per un gruppo che continua a sembrare in netta crescita.

LE SQUADRE

ICUBED PEDASO 84: Lupetti 34, Domesi 6, Meconi 8, Stampatori ne, Di Angilla 11, Santandrea 1, Mosconi 3, Menghini, Conti 2, Valentini 15, Carletti 3, Capponi 1. All. Camarri

AESIS JESI 62: Foschi 3, Toppi, Diotallevi 8, Traini 6, Santinelli ne, Servadio ne, Ganzetti 18, Mosca 10, Montanari, Pasquinelli 4, Vita 8, Sebastianelli 5. All. Riciputi

LA CRONACA

Un risultato messo già al sicuro nel primo tempo contro una Jesi che, priva anche di Santinelli e Servadio (a referto solo per onor di firma), nulla ha potuto contro lo strapotere dell’Icubed, capace di sfondare il muro degli ottanta punti per la terza partita di fila.  Da segnalare la prestazione di Lupetti che, all’interno di questa sua eccellente stagione, ha evidentemente scelto l’Aesis come vittima designata: dopo i 36 punti dell’andata, che furono decisivi in una partita sofferta e combattuta fino all’ultimo, il numero 4 pedasino si è quasi ripetuto “fermandosi”, si fa per dire, a quota 34, di cui 21 nel primo tempo, cioè fino a quando il risultato è stato ancora almeno parzialmente in bilico.

Camarri conferma il quintetto base del vittorioso derby di giovedì a Porto San Giorgio schierando Lupetti, Domesi, Mosconi, Conti e Valentini. Dall’altra parte coach Riciputi risponde con Pasquinelli, Ganzetti, Diotallevi, Traini e Toppi. Pedaso prende immediatamente in mano la situazione fin dalle battute iniziali trascinata dall’irresistibile duo Lupetti-Valentini: i due ex Civitanova realizzano 19 dei 20 punti dell’Icubed nel primo periodo (11 Lupetti e 8 Valentini) ed indirizzano fin da subito nel verso giusto la partita contro una Jesi che si tiene a galla soprattutto grazie ai 7 punti nel quarto da parte di Ganzetti (20-14 al primo mini intervallo).

In apertura di secondo periodo, l’Aesis con una fiammata piazza un mini parziale di 6-0 che vale la parità a quota 20 su una tripla di Sebastianelli. La partita degli ospiti, però, finisce sostanzialmente in quel momento perché da lì in poi è un autentico monologo pedasino. Domesi suona la carica con una bomba, Lupetti continua a risultare un rebus insolubile per gli avversari segnando otto dei successivi nove punti dell’Icubed e, quando nel finale di quarto si iscrivono alla partita anche Mosconi, Meconi e Carletti, tutti a tre a segno dai 6,75 m, per Pedaso è già tempo dell’allungo decisivo (45-30 all’intervallo).  Il secondo tempo, infatti, è poco più di un allenamento per gli uomini di Camarri, perché Jesi non ha la forza di riavvicinarsi mai nemmeno intorno alla doppia cifra di scarto, ma è anzi Pedaso a scollinare velocemente oltre i venti punti e a gestire la situazione senza nessun problema fino alla sirena finale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti