facebook twitter rss

Successo per la conferenza sul monastero di Santa Chiara

Print Friendly, PDF & Email

 

Una conferenza davvero interessante, un luogo aperto solo per l’occasione, un pomeriggio che non ti aspetti. Attori principali sono stati la città di Fermo, il coro del monastero di Santa Chiara ed il restauratore di beni culturali Giacomo Maranesi. I tre protagonisti si sono dati appuntamento sabato scorso, 28 gennaio, alle ore 17.30 proprio presso il coro del monastero (eccezionalmente aperto per l’occasione) per dare vita all’evento “La storia segreta del Monastero di Santa Chiara di Fermo”. Tanta la gente accorsa, segno anche di un affetto da sempre (ed ancora) vivo nei confronti della comunità di monache li residenti. Monache che, si è scoperto proprio grazie alle ricerche di Maranesi, sono ufficialmente presenti in città dal 1505, ma già da molto prima, in via meno ufficiale, arricchivano la città di Fermo abitando in ambienti diversi rispetto all’attuale monastero. La disponibilità della Madre Abbadessa, suor Ludovica Donati, la collaborazione delle altre consorelle e la bravura di Giacomo Maranesi hanno permesso ai numerosi presenti di trascorrere un pomeriggio davvero interessante, venendo a conoscenza di fatti, protagonisti e curiose situazioni del passato sapientemente scoperte dal Maranesi nelle sue ricerche nell’archivio del monastero. Ideatore dell’iniziativa è stato il prof. Giuseppe Capriotti, docente all’Università di Macerata, presente sabato pomeriggio per introdurre la conferenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti