facebook twitter rss

Debiti col Comune?
La definizione agevolata senza sanzioni
scade il 31 marzo

FERMO - Il sindaco Calcinaro: "Una nuova misura a favore di chi versa in difficoltà e che come amministrazione abbiamo voluto adottare proprio perché non vogliamo rimanere indifferenti alle situazioni di difficoltà economica"
lunedì 6 febbraio 2017 - Ore 14:41
Print Friendly, PDF & Email


I contribuenti che hanno pendenze nei confronti del Comune di Fermo, con ingiunzioni notificate dal concessionario Ica e dall’ufficio legale comunale avranno la possibilità di avere una definizione agevolata dei debiti senza pagare le sanzioni, estendendo l’applicazione all’ambito comunale della recentissima norma nazionale valevole per le pendenze Equitalia. E’ quanto previsto nell’apposito regolamento approvato a dicembre dal consiglio comunale di Fermo. “Chi intende beneficiare della definizione agevolata – avvertono dal municipio – dovrà presentare domanda entro il 31 marzo 2017 su modello messo a disposizione dal Comune di Fermo che può essere scaricato dal sito web istituzionale o dal soggetto incaricato della riscossione, indicando il provvedimento oggetto di definizione, l’eventuale richiesta di pagamento rateale e precisando l’eventuale modalità di rateizzazione richiesta (entro il 31 maggio 2017 verrà comunicato ai contribuenti l’ammontare dell’importo totale che potrà essere pagate a rate fino a settembre 2018)”.

Il sindaco Paolo Calcinaro

“Una nuova misura a favore di chi versa in difficoltà e che come amministrazione abbiamo voluto adottare proprio perché non vogliamo rimanere indifferenti alle situazioni di difficoltà economica in cui in molti versano – ha affermato il Sindaco Paolo Calcinaro – provvedimento che si aggiunge a quelli che sono già in atto da tempo e che abbiamo autonomamente adottato per alleviare il disagio dei contribuenti”.

L’assessore al Bilancio del Comune di Fermo Savino Febi

“In linea con la normativa nazionale, l’amministrazione comunale ha sentito il dovere di dare questa opportunità al contribuente al fine di far risparmiare le sanzioni previste dalla proceduta coattiva di riscossione. In un momento di crisi economica che non tende ad allontanarsi è fondamentale e vitale non negare quel vantaggio che ridà fiducia e attaccamento al territorio” ha dichiarato l’assessore al Bilancio Savino Febi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X