facebook twitter rss

Caso alunni: Ufficio Scolastico Regionale boccia passaggio a Monte Urano e li riporta a Montegiorgio

MAGLIANO DI TENNA - Sindaco Paoloni: "Abbiamo carte in regola per fare impugnazione nelle sedi opportune e la faremo". Prossimamente un nuovo incontro, stavolta con rappresentanti dell'ISC di Montegiorgio
sabato 25 febbraio 2017 - Ore 12:26
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Continua la querelle relativa agli alunni della scuola di Magliano di Tenna. Sembrava fatto il passaggio degli alunni maglianesi dall’ISC di Montegiorgio all’ISC di Monte Urano, a seguito l’accordo raggiunto tra i sindaci Maria Federica Paoloni, per il Comune della Valtenna, e Moira Canigola, per il centro calzaturiero, dopo il passaggio in Provincia e dopo la Delibera Regionale del 30 gennaio 2017. “Invece ci ha pensato l’Ufficio Scolastico Regionale a rimettere tutto in discussione”. Lo ha spiegato ieri sera proprio il sindaco Paoloni in un incontro pubblico organizzato presso la scuola del suo Comune cui erano presenti anche genitori interessati al futuro scolastico dei loro figli. Particolarmente in dubbio è la sorte degli 8 bambini di Magliano che devono iscriversi quest’anno in prima classe. “La Regione Marche, che è l’organo deliberante in materia scolastica – ha proseguito Maria Federica Paoloni – ha voluto il passaggio a Monte Urano perché questo era il volere del territorio. La novità è arrivata pochi giorni orsono quando l’Ufficio Scolastico Regionale ha notificato un decreto a tutti gli ISC marchigiani con il quale applica la Rete Scolastica ignorando i diktat contenuti nella Delibera della Regione Marche e riportando gli alunni maglianesi con Montegiorgio. E’ chiaro che si tratta della longa manus del Ministero (MIUR) – ha detto il sindaco aggiungendo che – nessuna notifica è arrivata in Comune, mentre io sono stata contattata dai dirigenti scolastici di Monte Urano e Montegiorgio che si sono dichiarati sorpresi. Contestualmente ho contattato gli assessori regionali Loretta Bravi e Fabrizio Cesetti, chiedendo di intervenire anche a Ceroni, Marcozzi e Giacinti”. Nel corso della serata il sindaco ha anche mostrato la lettera che la presidente della Provincia di Fermo, Moira Canigola, ha inviato alla Regione Marche chiedendo di intervenire per fari rispettare la volontà di passaggio a Monte Urano.

Il sindaco Paoloni ha fatto sapere poi di essere entrata informalmente in possesso di una nota del Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR) datata 5 dicembre 2016, indirizzata ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali. Si tratta della nota numero 38164 del 5/12/2016 nella quale si legge tra le altre cose: “La definizione del dimensionamento 2017/18 può inoltre costituire utile occasione per ricondurre entro i predetti limiti le autonomie che tuttora comprendono sedi collocate in ambito diverso da quello dove si trova l’istituto principale, fatta ovviamente eccezione per i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti. Una volta terminate le operazioni di dimensionamento, nel decreto del Direttore preposto all’Ufficio scolastico regionale, che dovrà recepire le modifiche disposte dalla rispettiva Giunta Regionale, andrà riportato per ciascuna istituzione scolastica l’ambito di riferimento, evidenziando in quella sede le eventuali modifiche apportate ai provvedimenti di determinazione degli ambiti territoriali già adottati […] Si raccomanda un’attenta considerazione da parte delle SS.LL. sia delle operazioni di definizione del dimensionamento sia dei successivi adempimenti in capo alla nostra Amministrazione, in quanto la tempestiva definizione dei medesimi è condizione propedeutica indispensabile per il regolare avvio delle operazioni di definizione degli organici che dovrà prendere avvio in concomitanza con il termine delle iscrizioni (6 febbraio 2017)”.

Abbiamo le carte in regola per fare una impugnazione (del decreto dell’Ufficio Scolastico Regionale ndr) nelle sedi opportune e la faremo di concerto con voi genitori, dando mandato ad un legale che, ovviamente, dovrà essere pagato dalla collettività, anche se io spero che la questione si sblocchi prima per via politica. Inoltre sarebbe meglio che l’impugnazione la facesse la Regione Marche anche se al momento non ci sono segnali in questo senso”.
Vista la ristrettezza dei tempi di azione è evidente che i genitori avrebbero anche un’altra scelta, già fatta da alcuni, di iscrivere autonomamente i propri figli direttamente in scuole di paesi limitrofi, facendo però scendere ulteriormente il numero di iscritti proprio alla scuola maglianese.
Ci ha pensato poi l’ex sindaco di Magliano di Tenna, Nello De Angelis a fare un inquadramento storico della situazione che nasce anni fa, “quando Magliano era inserito nel circolo didattico di Monte Urano. Nell’attuale ambito, invece, si trova assieme ad altri comuni piccoli che hanno tutti la scuola in situazione difficile per lo scarso numero di alunni: Francavilla d’Ete, Belmonte Piceno e Monsampietro Morico. Il Comune di Magliano di Tenna – ha ricordato De Angelis – ha speso un milione di euro per la scuola, con 600 mila di mutuo che ancora paga. Ci sono stati poi 200 mila euro per la messa in sicurezza antisismica parzialmente coperti dai fondi arrivati dopo il terremoto 2011. A Montegiorgio ci sono 1200 alunni, – ha concluso l’ex sindaco – e se i 120 circa di Magliano ci sono o non ci sono, a loro non cambia nulla”.

Non è il primo incontro relativo alla questione scuola, infatti, in precedenza, rappresentanti dell’ISC di Monte Urano erano venuti nella stessa sede ad illustrare l’offerta formativa dell’istituto calzaturiero, considerata migliore di quella montegiorgese. Al termine dell’incontro di ieri, da una parte i genitori presenti hanno ribadito la loro volontà di voler proseguire nel passaggio a Monte Urano, dall’altra il sindaco ha appoggiato tale scelta anticipando che il prossimo passo sarà convocare i rappresentanti dell’ISC di Montegiorgio per approfondire il tema dell’offerta formativa e poter fare tutte le domande del caso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X