facebook twitter rss

Fermana, vincere a Recanati
per allungare sulla Vis Pesaro

SERIE D – In caso di vittoria il distacco sui biancorossi, domani fermi, potrebbe diventare consistente a otto giornate dal termine e consentirebbe ai canarini di affrontare con tranquillità lo scontro diretto contro Matelica fra due domeniche. Biglietti non acquistabili a Recanati domani, prevendita obbligatoria fino ad oggi
sabato 4 marzo 2017 - Ore 14:56
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – 26° giornata di serie D, la Fermana gioca in casa della Recanatese in piena zona playout e bisognosa di punti salvezza. La capolista invece punta quantomeno a mantenere invariato il distacco di 8 punti con il Matelica che domani gioca in casa contro il Monticelli, mentre con la Vis, che si trova a -7 e che domani osserva il proprio turno di riposo, il distacco potrebbe aumentare.

In questo modo i canarini potranno affrontare in una condizione di tranquillità il match-clou previsto fra due settimane con il Matelica (dopo la sosta di domenica prossima per il Torneo di Viareggio). Un anno fa i gialloblù di mister destro espugnarono il “Tubaldi” e la Recanatese era in corsa per i playoff come la Fermana, domani non è scontato che sarà più facile solo perché i giallorossi sono in zona retrocessione, anche perché tra i leopardiani c’è un Degano in più che non vede l’ora di fare alla Fermana una gran rete, magari come l’eurogol siglato un anno fa a casacche invertite.

Destro non recupera ancor Misin, che ha giocato (e fatto gol) l’ultima volta a San Marino e ha già saltato due gare (contro Monticelli e Agnonese) ma la polmonite tiene fermi dalle tre alle quattro settimane; rientra invece Di Pinto. Squalificato (prima di due gare) Margarita espulso dalla panchina domenica scorsa. Out ovviamente Bossa fino a termine stagione e che a breve si sottoporrà ad intervento chirurgico al ginocchio.

Le parole di Flavio Destro – “La Recanatese non va sottovalutata. E’ una squadra ben più temibile dei punti che ha in classifica. Ha cambiato allenatore e ha un organico composto da ottimi giocatori, molti dei quali l’anno scorso hanno sfiorato la disputa dei playoff. I giallorossi di mister Soda faranno di tutto per portare a casa più punti possibile. Noi, da parte nostra, abbiamo lavorato con intensità in settimana, cercando di mettere da parte i complimenti che sono giunti. La strada è lunga, i punti a disposizione tantissimi. Non abbiamo ancora fatto niente. Dobbiamo rimanere umili e consapevoli che ogni gara avrà una storia a sé, continuando ad approcciare un incontro alla volta. Sappiamo di avere una grandissima tifoseria che anche questa volta ci seguirà e sosterrà dal primo all’ultimo minuto. Per noi il loro calore è fondamentale”.

I convocati – Amendola, Bottaluscio, Clemente, Comotto, Cremona, D’Angelo, Di Pinto, Fazzini, Ferrante, Forò, Gadda, Ispas, Maghzaoui, Mane, Molinari, Musumeci, Petrucci, Sene, Urbinati, Valdes, Valentini.

Arbitro – Alessio D’Amato di Siena, terzo anno di D. Un precedente con la Fermana, sperando di buon auspicio: arbitrò al Del Duca la prima partita di Destro sulla panchina canarina quasi un anno fa (13 marzo) e terminò 3-0 per i canarini.

Prevendita – Esauriti subito, come previsto, i primi 300 biglietti, sono stati concessi gli ultimi 190 per la capienza del settore ospiti di 490 posti circa. Domani i botteghini ospiti al Tubaldi saranno chiusi mentre al botteghino del settore recanatese c’è il rischio che venga chiesto il documento di identità per acquistare il biglietto, operazione quindi vietata ai residenti in provincia di Fermo. La prevendita Fermo è aperta fino alle ore 19 di oggi (solo Fermana Store di Piazza Sagrini).

Precedenti – A Recanati nella storia recente abbiamo la vittoria dello scorso anno (0-1, Degano), la sconfitta di due anni fa (2-0, Galli, Di Iulio su rigore) e il pareggio di tre stagioni fa (1-1, l’unico vero gol di Bartolini con la Fermana su cross di Paris, pareggio di Galli; anticipo televisivo del sabato su Rai Sport). Nella storia meno recente (Interregionale degli anni ’80) tre sconfitte gialloblù e due pareggi; nella storia remota (Promozione degli anni ’50) una vittoria (1-3 con doppietta del biondo friulano Oliviero Visentin e gol del fermano doc Pietro Mazzocconi) e una sconfitta.

Paolo Bartolomei


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X