facebook twitter rss

I migliori scacchisti del Centro Italia si danno appuntamento a Fermo

mercoledì 22 marzo 2017 - Ore 13:23
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Dopo l’edizione del 2016, venerdì prossimo, 24 marzo 2017 torna a Fermo il Campionato Italiano a squadre di serie A1 la cui cerimonia d’apertura delle 17 a Palazzo Azzolino sarà seguita, alle 18, dal primo turno di incontri. Sabato 25 e domenica 26 si inizia alle 9.30 del mattino e, dopo la pausa pranzo, si prosegue nel pomeriggio dalle 15.30.
“Fermo continua a essere capitale italiana degli scacchi. La scelta del Palazzo Azzolino, nel centro storico permetterà alla disciplina di veicolare l’immagine della città
ai molti partecipanti che arrivano da città importanti come quelle del Lazio e della Toscana”. Lo ha detto Alberto Scarfini, assessore allo Sport, mentre il sindaco Paolo Calcinaro ha sottolineato il numero di persone arrivato lo scorso anno per lo stesso evento, auspicando una partecipazione ancora superiore e buoni risultati per la squadra fermana.

E’ stato Gianraffaele Cecati, presidente ASD Scacchi Fermo che organizza l’appuntamento a ringraziare “l’Amministrazione Comunale per aver accolto l’attività e esserci vicina in tutto quello che facciamo, così come la Camera di Commercio che ci è stata accanto anche negli anni precedenti. Quest’anno abbiamo rafforzato la nostra squadra che milita in serie A1 e la cui punta di diamante è il maestro montenegrino Dragan Kosic. Relativamente al campionato l’Italia è divisa in 4 gironi: nord-est, nord-ovest, centro e sud. L’anno scorso eravamo inseriti nel girone nord-est e abbiamo organizzato la manifestazione a Palazzo dei Priori. Quest’anno, giustamente, siamo inseriti nell’Italia centrale con le squadre di Firenze, Latina, Frascati, Foligno e Nereto.
Importante – secondo Gianraffaele Cecati, presidente ASD Scacchi Fermo – il nostro progetto di portare gli scacchi nelle scuole perché rappresentano una specialità molto formativa per i ragazzi basata su creatività e fantasia, viste le innumerevoli combinazioni possibili con le varie pedine. Nel gioco è fondamentale la distribuzione del tempo. Si hanno due ore a disposizione per fare 40 mosse ma ciascun giocatore può distribuire il proprio tempo come crede”.
Il capitano della squadra fermana è Stefano Paci, che ricopre anche la carica di consigliere comunale: “compito oneroso quello di capitano – ha spiegato Paci – perché è l’unico che può intervenire e parlare con i giocatori della squadra. Al tempo stesso, l’attenzione posta sulla scacchiera deve essere sempre massima per fare le scelte tattiche vincenti al momento preciso. Il Campionato Italiano a squadre prevede un girone all’italiana in cui si sfidano 4 giocatori contro 4 in ciascuna partita. Chi vincerà il raggruppamento disputerà i Playoff per il titolo di Campioni d’Italia. Inoltre, esistono anche le riserve, che entrano in gioco in alcuni turni. Si gioca mattina e pomeriggio e solo il grande maestro Dragan Kosic le giocherà tutte. Gli altri giocatori si sono divisi i turni”.
Oltre a Stefano Paci in squadra ci sarà suo fratello Daniele, Flavio Borgiani, Gianraffaele Cecati e Michele Donati”. Le squadre hanno già trovato ospitalità nelle attività ricettive di Fermo cosa che conferisce alla manifestazione valenza turistica. “Il Comune di Fermo – ha inoltre anticipato Stefano Paci – ha deliberato e sostenuto a Lido 3 Archi un corso di scacchi destinato soprattutto a extracomunitari che inizierà a breve in collaborazione con la società di Porto Sant’Elpidio”.
Daniele Paci, componente della squadra ha spiegato che “quando gli scacchi si giocano sul serio la sfida riguarda prevalentemente Maestri di scacchi, quindi professionisti che lavorano sulla scacchiera in modo particolare e immergendosi totalmente in quello che fanno. Durante la sfida ogni giocatori ha la possibilità di conoscere l’avversario e le sue caratteristiche, perché il modo di giocare riflette quello di pensare. Fare due partire al giorno è dura psicologicamente – ha concluso Daniele Paci – perché ciascuna dura circa 5 ore”.

Fabrizio Concetti, presidente della Società Operaia di Fermo è riserva attiva nella prima squadra che partecipa al Campionato di A1 e titolare in quella che milita in Serie C. La sede della Società Operaia – ha ricordato Concetti – ha ospitato le sfide della ASD Scacchi Fermo prima del Campionato Italiano, e oggi ospita quelle della seconda squadra”.

La presentazione del Campionato Italiano a squadre 2017 di Scacchi serie A1 è avvenuta oggi nella sede della Camera di Commercio di Fermo e il presidente Graziano di Battista ha sottolineato come “in questo tipo di sport la banalità non è di casa perché ci sono varie soluzioni e scelte di gioco cui si può arrivare. E’ importante e meritoria la scelta di portare gli scacchi nella scuola perché contribuiscono a insegnare l’attenzione e la concentrazione, concetti che forse in questo periodo sono in calo. Non mi meraviglia il fatto che dopo l’edizione del 2016 abbiano riassegnato l’organizzazione del Campionato a Fermo, testimonianza che chi visita il nostro territorio tende a tornarci. Fa bene – ha concluso Graziano di Battista – l’Amministrazione Comunale a impegnarsi nella promozione turistica e del territorio. Sono contento anche per aver scelto la nostra sede come luogo dove disputare le partite”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X