facebook twitter rss

Abbattimento di 40 alberi alla pineta nord, l’opposizione annuncia un esposto ai carabinieri: “Occuperemo l’aula consiliare”

venerdì 24 marzo 2017 - Ore 16:30
Print Friendly, PDF & Email

 

di Maikol Di Stefano

“Il loro intervento è l’uccisione di quaranta piante, senza la messa in dimora di nuovi alberi”. A parlare è Antonesio Diomedi che spiega anche come sia pronto un esposto cautelativo contro l’amministrazione comunale per l’abbattimento di quaranta alberi in pineta. Questo quanto sono pronti a fare domani mattina, direttamente presso la caserma dei carabinieri di Porto Sant’Elpidio, i consiglieri d’opposizione. “Il prossimo 30 marzo, nel consiglio comunale o sarà revocata l’autorizzazione oppure occuperemo l’aula ad oltranza”. A parlare è sempre lui Antonesio Diomedi che negli ultimi mesi si è speso a più riprese per la tutela della pineta nord scontrandosi anche in maniera dura con l’amministrazione comunale e l’assessore Annalinda Pasquali.

Antonesio Diomedi

“Stamane mi sono presentato presso gli uffici comunali di competenza dopo essere venuto a conoscenza di voci di corridoio da parte di addetti ai lavori, i quali riferiscono che secondo quest’amministrazione comunale almeno quaranta piante del versante ovest della pineta, ovvero quelle che si affacciano lungo Via Trieste sarebbero d’abbattere. Questa è una falsità perché stando a quanto appurato dai nostri esperti, solo due piante molto esili andrebbero abbattute preventivamente – spiega il consigliere Diomedi – Per le restanti, si consiglia solo una potatura da due giri di rami, dati che il crollo degli stessi è dato solo dal loro peso eccessivo, non dal vento, dalla pioggia o dalla neve. Considerando che tali voci arrivano direttamente da chi vive le stanze del Palazzo Municipale, e stando ai pareri contrastanti ricevuti e verificata personalmente la situazione mi accingo a far pervenire agli addetti ai lavori una richiesta di documentazione scritta ed autorizzata. Le stesse osservazioni mi preoccuperò di farle avere anche alle autorità competenti e al servizio Forestale della regione Marche  in quanto organo che supervisiona aree verdi di particolare importanza come la nostra Pineta”.

Un problema quello della pineta elpidiense tornato agli onori di cronaca solo una settimana fa, quando un albero è caduto invadendo la carreggiata. “Ora considerando che le potature hanno dei costi elevati, quest’amministrazione ha l’autorizzazione ad abbattere le piante stesse. Io dubito che la Forestale sia stata informata e ancor di più, stento a credere che abbiano dato il loro assenso – prosegue Diomedi – Per questo oggi sarà compito di quest’opposizione informarla, ma non solo saremo domani alle ore 12.30 presso la caserma cittadina dei carabinieri per firmare un esposto cautelativo. Questo perché noi prendiamo le distanze dall’operato di tale amministrazione, fino al momento in cui non avremo tutta la documentazione completa sull’abbattimento di questi 40 alberi”.

Opposizione che attacca poi direttamente l’assessore Annalinda Pasquali:“Noi non condividiamo il modo di operare, in quella determinata area, da parte di quest’amministrazione comunale negli ultimi due anni. La stessa Pasquali dovrebbe vergognarsi del proprio operato passato e presente, con un progetto di riqualificazione che si è rivelato una burla per tutta la cittadinanza – alza i toni il consigliere d’opposizione – Basti vedere i presunti permessi dati per i tagli in pineta, messi in mano a dei semplici volontari che, loro malgrado, purtroppo, si sono presi anche delle denunce. Un progetto nato e allo stesso tempo fermatosi ed impantanatosi nel 2014, nel quale sono stati solo in grado di fare tagli su tagli. Inoltre l’assessore stessa dichiarava lo scorso ottobre che aveva già dato l’incarico della potatura delle piante nel versante ovest. Un’operazione che doveva completarsi tra novembre 2016 e febbraio 2017. Oggi non si tratta più di sfoltimenti, bensì di veri e propri tagli. Questo è il loro modo di operare e non lo condivido, per questo nel consiglio comunale del 30 marzo, siamo pronti ad occupare la sala consiliare ad oltranza, fino a che quest’ordinanza non sarà revocata”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..



8 commenti

  1. 1

    Se cadono è colpa del comune , se bonificano è colpa del comune,????

  2. 2
    Roberto Lattanzi via Facebook il 24 marzo 2017 alle 16:47

    di sicuro vorranno allargare la pista ciclabile

  3. 3

    Togliete la prima fila che è pericolosa e fate parcheggi! Le radici stanno alzando l’asfalto. Dovete viverla la pineta per esprimervi

  4. 4

    Alziamo ancora almeno cadono prima

  5. 5

    E di quelli che abbatteranno in piazza non ne parla nessuno ?????

  6. 6

    Sono d’accordo con Rosa : la pineta va sfoltita …è una questione di sicurezza

  7. 7

    Non possiamo volere bianco e pure nero contemporaneamente : se cadono i pini ci arrabbiamo perché sono pericolosi, però se li tagliano non va bene uguale …bisogna decidersi !

  8. 8

    Milena e peggio se li sfoltiscono perche li anno mandati troppo in alto e i fusti sono sono troppo esili cadrebbe uno dietro l’altro

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X