facebook twitter rss

Renzi straccia tutti:
76,74% il verdetto dei circoli del Fermano

lunedì 3 aprile 2017 - Ore 10:57
Print Friendly, PDF & Email

Un momento dell’assemblea del comitato per la mozione Renzi-Martina

 

Si è conclusa  la prima fase del congresso nazionale del Pd: quella riservata agli iscritti e quindi ai circoli.
L’affluenza al voto in Italia degli iscritti al partito democratico per i congressi scrutinati è del 58,1%, che propone una proiezione finale di votanti compresa tra 235mila e 255mila. Anche nelle Marche l’affluenza è stata del 58% con 6172 persone coinvolte.

Nelle Marche sono stati 10585 gli aventi diritto al voto per un’affluenza del 58% ovvero 6172 votanti. Renzi si attesta al primo posto con 4403(71,3%). Segiono Orlando 1652(26,8%), Emiliano 167(1,9%).

Nella Provincia di Fermo su 29 congressi e 1171 aventi diritto al voto, si sono recate a votare 594 persone con un’affluenza del 51%. Renzi si attesta al primissimo posto con 452 voto ovvero il 76,74% delle preferenze. Segue Orlando con 115 voti e il 19,52% delle preferenze e infine Emiliano con 22 voti e il 3,73%.

Entrando nello specifico dei singoli comuni occhi puntati su Porto San Giorgio, chiamato alle urne il prossimo 11 giugno. I votanti sono stati 70 (76.92 % degli aventi diritto); Renzi 50 voti (71.43%) – Orlando 16 voti (22.86%) – Emiliano 2 voti (2.86%) – 2 bianche (2.85%).

“Ora ci aspettano le primarie del aprile  aperte a tutti gli elettori del Partito Democratico – spiega il segretario regionale Francesco Comi –  Siamo grati a tutti i volontari che con passione ed impegno si sono incontrati, hanno discusso animatamente e hanno scelto”.

Positivo anche il commento del senatore Francesco Verducci: “Una grande prova di democrazia, di trasparenza, di impegno che non ha paragoni in Italia e che è un’assoluta rarità anche nel panorama europeo. Il Pd sta dimostrando vitalità e energia che nessun altro partito o movimento possiede, grazie alla passione di migliaia di iscritti e volontari. Chi fa polemica e prova a sminuire e delegittimare quanto sta avvenendo fa un torto alla comunità del Pd che sta dimostrando di esserci, di voler contare e di avere le idee molto chiare”.

Per l’On. Paolo Petrini quello di ieri: “Era un passaggio negli iscritti dove la coscienza e la consapevolezza della trasformazione e del cambiamento del Pd sono del tutto evidenti a tre anni di distanza dell’ultimo passaggio congressuale. I nostri iscritti individuano ormai come punto imprescindibile dell’identità del Pd un indirizzo politico teso alla crescita dall’economia, alla salvaguardia dell’occupazione con  un’attenzione particolare alla tutela dei diritti civili e sociali. I mille giorni di governo hanno testimoniato questa attenzione di cui tutti riteniamo ci ancora notevole bisogno” 

Soddisfatto anche il segretario provinciale Paolo Nicolai: ” Un sentito ringraziamento a tutti gli iscritti e militanti, vero motore del Partito Democratico Fermano, che si stanno adoperando perché questo congresso si stia svolgendo nel modo più vivace e sereno possibile mostrando la parte più bella ed appassionata della politica. Inutile nascondere la soddisfazione e l’orgoglio di rappresentare questo grande Partito, che fa della vera democrazia partecipata la sua forza positiva e che nei propri passaggi congressuali mostra sempre il suo lato migliore”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X