facebook twitter rss

Ferie non pagate,
la Corte di Appello dà ragione
ad un medico fermano

martedì 11 aprile 2017 - Ore 12:45
Print Friendly, PDF & Email

L’avvocato Corinna Biondi

Lo scorso 10 Aprile stata depositata una sentenza della Corte di Appello di Ancona Sezione Lavoro che afferma un importante principio: il lavoratore, qualora non abbia goduto delle ferie arretrate, ha sempre diritto al relativo compenso.  Un caso che è stato seguito dall’avvocato sangiorgese Corinna Biondi che spiega come il collegio giudicante della sezione lavoro della Corte ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Fermo (dott.ssa Federica Manfré), riconoscendo il diritto alla monetizzazione delle ferie non godute, e respingendo l’appello proposto da Asur Marche.

“La sentenza di primo grado – spiega l’avvocato Biondi –  aveva chiaramente evidenziato la irrilevanza delle ragioni per cui le ferie arretrate non erano state godute ed aveva ricordato il fondamento costituzionale della irrinunciabilità alle ferie, qualunque sia il motivo della mancata fruizione (art. 36 Costituzione). Nella fattispecie esaminata dalla Corte e prima dal Tribunale di Fermo, un medico ospedaliero al momento del pensionamento si era visto rifiutare dalla ASUR la richiesta di pagamento degli arretrati per ferie con la motivazione che non aveva mai avanzato la relativa richiesta mentre era ancora in servizio (le motivazioni erano: il super lavoro cui era stato ‘costretto’ e poi una malattia che lo aveva accompagnato fino al collocamento a riposo)”.

Medico che si è dunque rivolto dapprima alla Funzione Pubbblica Cgil di Fermo e poi all’avvocato Corinna Biondi, di Porto San Giorgio, ottenendo finalmente la tutela del suo diritto e la condanna dell’azienda sanitaria al pagamento dell’intera somma richiesta.

P.P.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page
Caricamento..


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X